L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 792XXX
Mio padre non ha mai mangiato ne bevuto tanto ma ora dopo un ricovero per emocromo basso con conseguente trasfusione ha perso lo stimolo a bere e a mangiare. Ora è sottoposto a flebo, un giorno si e uno no ma finora ha subito 7 flebo giornaliere.
Lui è molto lucido si possono fare discorsi anche sulla vita ma se gli lascio il bicchiere con Carnitene o Fortimel ne beve pochissimo poi, quando nessuno vede, va in bagno e lo butta. Cosa posso fare? grazie

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
sono tante le motivazioni che possono giustificare la difficoltà che mostra suo padre, che vanno da una generica difficolta gastrica nel digerire ad una condizione depressiva motivata dal recente ricovero.
E' possibile intervenire in varia misura su specifica indicazione del medico di fiducia o di un geriatra.
Cordiali saluti.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#2] dopo  
Utente 792XXX

Grazie per la risposta. Ripensando al suo passato, oggi ha 83 anni,è proprio l'aspetto depressivo che nel tempo ha portato mio padre a non avere più voglia di niente. Oggi è stato ricoverato in geriatria ed è sottoposto a cure palliattive.