L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 729XXX
Buongiorno, sono una donna di 47 anni. Sono sempre stata molto paziente e tollerante: solo nei giorni strettamnete premestruali diventavo un po' più nervosa e meno obiettiva....
Ora, benchè non abbia ancora precisi segni di menopausa, mi accorgo che la "sindrome premestruale" dura ormai parecchi giorni e ho sempre più spesso sbalzi di umore con eccessiva facilità al nervosismo.
Esiste qualche rimedio omeopatico o tra i fiori di Bach che possa fare al caso mio?
Devo però ammettere di non aver mai ricorso finora alla medicina con convenzionale perchè non troppo convinta dell'efficacia: ... se non è necessario crederci a priori, vorrei provare questa volta.
Grazie per l'attenzione e per lo splendido servizio

[#1] dopo  
79426

Cancellato nel 2010
Gentile signora,
in problemi simili ha ottime possibilità di trarre giovamento da una cura omeopatica prescritta da un medico competente che sia specializzato in materia. Le sconsiglio il fai da te perchè la medicina omeopatica è una medicina molto complessa di competenza prettamente medica che richiede visite molto approfondite prima di arrivare ad una prescrizione terapeutica. In omeopatia non esistono infatti rimedi specifici per nessun disturbo(a dispetto di quello che sempre piu' di frequente si vede fare in giro)ma ogni persona ha bisogno di una cura strettamente personalizzata. "Non esistono malattie ma solo malati", questo era il profondo pensiero di S.Hahnemann, fondatore dell'omeopatia, piu' di due secoli fa. Egli intendeva dire che ognuno di noi ha il suo modo unico e irripetibile di fare la "Sua" malattia e quindi anche la terapia dev'essere individualizzata a seconda del paziente.
Per curarsi con l'omeopatia non è necessario "crederci a priori".Esistono ormai centinaia di studi che ne hanno dimostrato l'efficacia sia in singole condizioni cliniche che a confronto del placebo.

Cordiali saluti
Dr. Tancredi  Ascani
Medico omeopata unicista

www.omeosan.it