L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 314XXX
Buongiorno dottori,
vi scrivo per avere un vostro parere sulla cura omeopatica prescritta dal medico omeopata alle mie bimbe.
Gli scorsi inverni si sono ammalate parecchie volte e sono state sottoposte a cicli di antibiotici, prescritti con facilità dal pediatra di base.
Quest'anno abbiamo deciso di avvicinarci alle cure alternative e ci siamo rivolte ad medico omeopata.
Dopo un'accurata visita ha prescritto come immunostimolate alla bimba di 5 anni silicea 200 ch, mezzo tubetto al mese ed alla bimba di 4 anni tubercolinium kock mk (le aveva prescritto inizialmente tubercolinium bovinium mk, ma in farmacia dicono che non lo fanno più ed in accordo con l'omeopata abbiamo preso il kock) sempre mezzo tubetto al mese.
La cura l'abbiamo iniziata ad ottobre e da allora le bimbe non si sono mai ammalate, nonostante frequentino la scuola materna e conduciamo una vita spesso all'aria aperta, a parte dei raffreddori passati senza alcun intervento medicale.
Ho notato però che alla piccola, che diamo il tubercolinium, per un paio di giorni dopo la somministrazione del preparato, diventa particolarmente euforica e vivace... può essere collegato alla cura?
Cosa pensate della terapia? E' sufficiente per affrontare il resto dell'inverno?
Solo alla bimba grande, alla quale diamo silicea, quando ha avuto il raffreddore ci ha fatto integrare con la pulsatilla 30 ch... alla piccola assolutamente nulla.
In attesa di un parere vi saluto cordialmente.
SG

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

da quanto riferisce credo debba ritenersi particolarmente soddisfatta della scelta effettuata, la medicina omeopatica per la prevenzione e la cura delle malattie;
le sia di conforto sapere che come lei sono tantissime le persone che si affidano a queste cure con grande successo a dispetto di quanto spesso si sente dire sull'argomento.

La reazione al farmaco della piccola è possibile e non comporta nulla di significativo, è probabile che alle prossime somministrazioni questi segni - peraltro sanissimi - si riducano notevolmente.

Le prescrizioni omeopatiche sono decisamente personalizzate e quindi non si possono effettuare valutazioni e tanto meno previsioni sulla loro validità; già ad oggi comunque lei può registrare un cambiamento in positivo e voglio augurarmi che nel tempo questo si confermerà; continui a seguire le preziose indicazioni del Collega e le soddisfazioni saranno garantite.

Cordialmente.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica