Utente 133XXX
Buonasera,
vi scrivo per un problema che ormai da molto tempo sta affliggendo mio nonno.
Circa un mese fa, è stato operato alla prostata, per insufficienza renale e valori di creatinina (6.41) e azotemia (164) molto elevati, mi è stato spiegato che gli è stata "ripulita-ridotta".
Finita l'operazione e tornato a casa,sotto richiesta dei medici gli è stato applicato un catetere in quanto il solo rene fuunzionante che ha non è al 100%, e tende a favorire il ristagno della pipi provocandogli infezione e quindi febbre.
Inoltre a questo, manifesta giornalmente dolori di stomaco, problemi motori e gonfiore a gambe e piedi.
A causa delle molti analisi alle quali è stato sottoposto, gli è stato tolto anche molto sangue, facendolo arrivare ad essere anemico e quindi molto debole,avendo anche sempre un gran freddo.
Ultimamente però la situazione è tornata a peggiorare, in quanto i valori sono tornati molto alti come prima.
Come succede in questi situazioni abbiamo passato delle visite da molti medici e professori, ma ognuno di questi ha dato o risposte diverse o comunque non abbastanza esaustive per risolvere completamente il problema.
Ringraziandovi,colgo l'occasione per porgervi distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
francamente on line penso che non si possa azzardare alcuna ipotesi di trattamento o diagnostica, vista la serietà del caso. Utile, a mio avviso, un ricovero ospedaliero.
Saluti
Dr. Vincenzo MARTINO