Utente 128XXX
buongiorno Vi scrivo per chiedervi un consiglio per mia madre...premetto che si tratta di una paziente oncologica. Mia madre è portatrice di nefrostomia e effettua cateterismi estemporanei ed è sempre soggetta a infezioni urinarie. Da 4-5 giorni circa ha febbre anche molto elevata, avendo effettuato inizialmente esame urina e urinocultura è stato evidenziato nelle urine moltissimi leucociti, emazie e discreta carica batterica con presenza di muco pus e emoglob. presenza di escherichia coli carica batterica 400.000 e attraverso l'antibiogramma si evidenziava una sensibilità al levoxacin con MIC 0.5...abbiamo iniziato la terapia ma dopo 5 giorni di levoxacin da 500mg 1 volta al giorno la febbre è ancora presente ma l'urina sembra migliorare nell'aspetto. Abbiamo ripetuto l'esame urine ieri e risulta ancora presenza di muco - pus e moltissimi leucociti, non c'e' piu presenza di emazie e carica batterica. Fatto sta pero' che nei primi giorni di cura la febbra era presente solo la sera invece ora è presente mattina e sera...quindi crediamo che qualcosa non vada bene...cosa ci potreste consigliare....?

[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione

28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Purtroppo sua madre è un soggetto estremamente delicato. Ritengo sia necessario rivolgersi al proprio Centro Ospedaliero di riferimento, poichè è probabile che la situazione richieda approfondimenti strumentali (ecografia apparato urinario) e non inverosimilmente un trattamento in regime di ricovero.

Saluti,
Dr. Filippo Mangione
Specialista in Nefrologia
Dirigente Medico - Fondaz. IRCCS Policlinico S. Matteo - Pavia