Utente 219XXX
Gentili dottori, sono una ragazza di 23 anni che, qualche settimana fa, tornata da un viaggio all'estero ha iniziato ad avvertire strani leggeri sbandamenti e difficoltà di concentrazione che sono durati per qualche giorno fino a scomparire. Temendo che si trattasse di pressione bassa, mi sono recata in farmacia dove la pressione è invece, al contrario, risultata leggermente alta rispetto a quella che avevo di solito (sui 70/75 la minima). Sto continuando a controllarla, e questa oscilla sempre tra i 75/85 di minima e i 120/135 di massima. Essendo una persona particolarmente ansiosa per la salute, mi sono recata dal medico che mi ha prescritto una serie di esami del sangue: i valori della tiroide sono ok, così come tutti gli altri. Anche la creatinina è nella norma, ma l'urea è risultata leggermente più bassa (16), mentre il filtrato glomerulare 88, rispetto a un minimo di 90 per rientrare nella fascia ottimale. A questo punto, il medico mi ha prescritto altri esami specifici per vedere la funzionalità renale (elettroliti, raccolta urine 24 ore.. ), più una ecocardiografia e un ecocolordoppler delle arterie renali. Io sono molto spaventata: possibile che il rialzo di pressione dipenda da un forte stress (io studio e lavoro)? E' alta la pressione che sto rilevando?Tra l'altro uso l'anello anticoncezionale. E per quanto riguarda la funzionalità renale, come reputate il valore di 88 del filtrato? Se fosse compromessa la funzionalità avrei una pressione più alta di quella attuale o no? Vi faccio presente che ho anche una documentata ptosi renale destra, che però i medici avevano descrtitto come non preoccupante. Quella può influire sui risultati o portare a una stenosi? Non sono diabetica e l'esame classico delle urine è, fortunatamente, perfetto. Grazie mille e scusate l'apprensione

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Guardi, i suoi valori pressori sono nella norma. Per ciò che concerne il filtrato glomerulare le faccio presente che questo ê calcolato con una formula piuttosto complicata e che può essere inficiata da molteplici variabili, tipi un erroneo peso riferito o molto più probabilmente da una ridotta assunzione di acqua che deve aggirarsi sui due litri al giorno e più se lei fosse stata in paesi molto caldi.
Li ripeta con tranquillità dopo abbondante idratazione
Arrivederci
Cecchin
www.cecchinicuore.org
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza