Utente 217XXX
salve nel referto c'e' scritto non lesioni focali epatica non dilatazione delle vie biliari intra extra-epatiche colicista priva di calcoli documentabili con tac rene destro regolare per dimensione e morfologia il rene sinistro e dismorfico per presenza di setto mesorenale e duplice sistema renale non alterazioni morfostrutturali significativi a carico di milza pancreas e surreni non adenomegalie addominali

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
per quanto riguarda il rene sinistro, la TAC dimostra un cosiddetto "doppio distretto" renale, che una variante congenita della geometria delle alte vie urinarie, per la precisione non potrebbe neanche essere definita una "malformazione". Se non vi sono altri probelmi associati, e non parrebbe, la situazione non richiede alcun particolare intervento.
Purtroppo lei non ci dice i motivi per i quali la TAC è stata eseguita, quindi nulla di più si può esprimere.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 217XXX

buon giorno o fatto la tac peche capita ogni tanto di avere dei dolori forti al rene come se gonfiassi un palloncino( quando inspiro) e che poi scoppi con un dolore che mi fa rimanere a bocca aperta questi dolori lio avuti anche da bambina ma non abbiamo apprfondito perche dicevano che erano dolori di crescita ma erano veramente forti comunque adessoo quasi 32 anni e mi sembra che sia cresciuta abbastanza anche di peso la ringrazio della spiegazione aspetto una sua risposta agurandole una buona giornata

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signora,
se ancora non lo sta facendo, è ovvio che lei debba farsi seguire da un mio Collega, che possa meglio interpretare la sua situazione e consigliarle come proseguire gli accertamenti (considerato che la negatività della TAC è già molto tranquillizzante). Penso comunque che il passo successivo potrebbe essere una scintigrafia renale.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing