Utente 291XXX
Ho 48 anni ho subito nefrectomia dx per un carcinoma.
L'oncologo mi ha consigliato attività fisica. (Podismo)
Ora però e diventata un attività agonistica e partecipo a gare di 21 km, che si svolgono in 1'40 minuti circa con 4 allenamenti a settimana di circa 1'30.
Visto che la creatinina e circa 1,40 1,50 e la mia alimentazione è quasi vegetariana
mangio solo un pò di carne bianca, tanta pasta e verdure,e 2 litri di aqcua al giorno, anche quando corro bevo spesso.
Dottore metto a rischio il rene superstite,se continuo cosi.
Perchè i medico quando sono andato mi a detto che non ci sono rischi, un altro mi ha fatto capire che un pò di rischi ci sono.
Mi dia lei un consiglio.
Anticipatamente ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Remo Luciani

28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
egregio signore,
ritengo la sua attività fisica un dato salutare e di fondamentale importanza per ridurre la morbilità di alcunepatologie come l'ipertensione arteriosa. E' utile però evitare sforzi strenui potenzialmente dannosi a livello muscolare con miolisi e danno renale relato. Riterrei utile incrmentare la quota di liquidi ingerit ad almeno 2.5 litri di acqua al dì oltre ad altre forme di introiti (latte,the,succo frutta).Controlli la pressione arteriosa,eviti utilizzo di antiinfiamamtori non steroidei per controllo dolore,e cointrolli la funzione renale e l'esame urine almeno due volte l'anno.Per il resto continui serenamente la sua attività.
Cordiali saluti
Dr. Remo Luciani