Utente cancellato
Buongiorno da circa due mesi ho forti dolori al rene dx . per due volte sono finito al pronto soccorso a causa dei dolori e mi hanno detto che sono coliche e che ho dei calcoli. Ho fatto dei controlli ecografia e radiografia ma non si vedono. Il medico mi ha detto perche forse sono di acidoburico. Ho fatto in mese di cura con lito solv e andava meglio. La dilatazione alla uretere era sparita. Pensavo di averli espulsi ma ho ricominciato forti dolori al rene e anche alla altezza della vescica. Cosa posso fare? Cosa può essere ?

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Giovanotto,
se i dolori tipici persistono e le indagini di primo livello (ecografia e radiografia) non riescono ad evidenziare nulla di significativo, si rende senz'altro indispensabile passere ad un approfondimento diagnostico, con l'esecuzione di una TAC dell'addome, anche senza mezzo di contrasto. Solo questa indagine è in grado di evidenziare la presenza di calcoli in modo inequivocabile ed a tutti i livelli delle vie urinarie, indipendentemente dalla loro composizione. Una eventuale terapia alcalinizzante delle urine, quale quella che le è stata consigliata, nella presunzione che si tratti di calcoli uràtici, può avere una ragione solo dopo che la situazione è stata definita con la necessaria precisione.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing