Utente 259XXX
Salve! Presento lieve microematuria isolata e asintomatica (presente a volte si e a volte no) da circa 7 anni. Ho fatto urinocoltura ed eco addome completo e non sono risultati problemi. Il medico di base e la dottoressa che mi ha fatto l'ecografia dicono che non sono necessari altri controlli ma che è sufficiente l'esame delle urine annuale (che io faccio). Mi hanno parlato di microematuria idiopatica e mi hanno detto che è una cosa molto frequente. Vi trovate concordi? Sono molto preoccupato! Aggiungo che tutti gli esami del sangue, compresi gli indici di funzionalità renale che controllo due volte l'anno, sono nella norma.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Giovanotto,
se la causa della sua microematuria non fosse banale, in sette anni si sarebbe già certamente manifestata in qualche altro modo. Stia dunque sereno e segua i buoni consigli che le sono stat dati.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 259XXX

Grazie dottore! Il fatto è che un collega mi ha parlato della glomerulonefrite di Berger (lui ne è affetto), si parlava di questo perché gli esami delle urine ce li fanno a lavoro, non è che questa microematuria possa in qualche modo c'entrare con questa malattia che, da che mi ha detto, è frequente soprattutto nei maschi? O può comunque essere che ci sia di mezzo qualche malattia che interessa i reni?

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Giovanotto,
una microematuria che faccia sospettare una malattia renale è in genere consistente e non saltuaria. Molte glomerulonefriti possono addirittura dare ematuria visibile (macroscopica). Qualora vi sia un dubbio, che non ci pare possa sussistere nel suo caso, si può ricorrere al "test di Farley" ovvero l'osservazione microscopica in condizione di luce particolare dei globuli rossi riscontrati nel sedimento urinario. Quelli di probabile origine renale sono generalmente riconoscibili perché più "malandati" avendo fatto un percorso più lungo. È comunque difficile che una malattia renale si presenti per un lungo periodo solo con una microematuria isolata. In conclusione, ci pare ragionevole condividere le indicazioni che già le sono state date, ma se le resta ancora qualche ulteriore dubbio, le consigliamo si sottoporsi alla visita diretta di uno specialista in nefrologia.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 259XXX

Beh io ematuria visibile a occhio nudo non l'ho mai avuta. La microematuria è presente la maggior parte delle volte, ma non sempre come le ho detto (ad esempio l'anno scorso non c'era, ora vedrò quest'anno). Non è consistente, presento 3-4 emazie per campo oppure circa 25 eritrociti in un range di massimo 18. Solo una volta, poco più di 3 anni fa, il valore era di 50,3 eirtrociti su un range di 0-20, ma il medico ha detto che non era un valore allarmante (non so se possa c'entrare, ma credo di aver fatto sforzi fisici a lavoro quella volta). Conferma che posso stare tranquillo con questi valori? Una volta nell'esame delle urine mi hanno scritto "3-4 emazie scolorate", ma cosa significa scolorate?

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Giovanotto,
un numero così basso di globuli rossi non può destare alcuna preoccupazione. Il controllo annuale è più che sufficiente.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 259XXX

Un'ultima domanda dottore: io ho la pressione un po' ballerina, nel senso che a volte me la trovano altina, a volte ai limiti di norma/normale, a volte addirittura molto bassa. Ho notato che se mangio correttamente, faccio attività fisica e non sono in periodi con stress e preoccupazioni la pressione scende. Sono leggermente sovrappeso, ho un po' di pancetta e non mangio verdura, assumo un po' di frutta. Può c'entrare qualcosa?

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Perdere qualche Kg è senz'altro un'ottima idea, adottando una dieta bilanciata non dovrebbe essere così difficile. Tutto questo non può comunque avere un ragionevole legame diretto con la microematuria.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 259XXX

Ah ok, le chiedevo della pressione perché so che può avere legami con certe malattie cardiache e renali, tutto qua... Comunque quando è alta ho la minima poco sopra ai 90 e la massima sui 135 circa...

[#9] dopo  
Utente 259XXX

Qualche volta la minima sfiora i 100, mi dicono che può essere perché sono un soggetto ansioso...

[#10] dopo  
Utente 259XXX

Dimenticavo di dire che la maggior parte delle volte in cui trovo la pressione alta è quando la misuro al mattino, poi vedo che scende dopo pranzo a livelli normali, si alza prima di cena e poi torna bassa...

[#11] dopo  
Utente 259XXX

Capisco che le ho fatto troppe domande e ho approfittato troppo della sua pazienza, ma tra 8 giorni ho la visita con la medicina del lavoro e ritirerò anche le analisi delle urine, posso sottoporle i risultati?

[#12] dopo  
Utente 259XXX

Ho ritirato le analisi fatte dalla medicina del lavoro: anche quest'anno, come l'anno scorso, la microematuria non è presente. Lei mi aveva già tranquillizzato, ora sono ancora più tranquillo. Grazie della disponibilità!
Cordiali saluti!

[#13] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Bene
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing