Utente 369XXX
Buonasera,
Ho una bimba di 10 mesi affetta da rene multicistico sinistro totalmente privo di parenchima renale, quindi non funzionante. Premetto che sto ancora allattando la mia piccola,anche perché non vuole assumere altri liquidi sebbene glieli proponga costantemente.
Inoltre a settembre e' stata sottoposta a chiusura percutanea del dotto di bottallo ma la protesi preme sul versante aortico causando una elevata pressione arteriosa (145), che mi hanno detto dovrebbe risolversi con la crescita.
vorrei chiedere se e' riconosciuta una percentuale di invalidità e se ho qualche diritto che mi permetta di assistere la mia bimba anche a termine del congedo di maternità facoltativa.

Grazie, distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
per giungere a queste conclusioni è necessario che gli specialisti che hanno in cura la bimba (cardiologo e - immaginiamo - urologo pediatra) descrivano dettagliatamente la situazione in atto e quindi uno specialista in medicina legale tragga le sue deduzioni. In linea di massima, la condizione di mono-rene congenito con parametri funzionali nella norma non dovrebbe essere considerata causa di invalidità.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 369XXX

Egregio Dottore,
La ringrazio per la Sua celere risposta.
Un cari saluto