Utente 393XXX
Salve,martedì tredici ottobre ho fatto una tac che mi ha restituito il seguente esito:
Diagnosi: Cisti renale complessa
Indagine eseguita in condizioni di base e dopo infusione e.v. di 100 mi di MdC
iodato (Ultravist 370; 4 ml/sec) seguiti da 30 mi di soluzione fisiologica. Tecnica elicoidale multistrato (64 file di detettori) e studio multifasico.
Addome: Fegato modicamente aumentato di dimensioni, a margini regolari e densita' alterata in sede bilobare per la presenza di multiple formazioni costantemente ipodense subcentimetriche di natura cistica ed altre millimetriche non caratterizzabili alla sola metodica. Millimetriche cacificazioni distrofiche al lobo sinistro. Non dilatazione delle vie biliari intra ed extraepatiche. Colecisti priva di evidente contenuto patologico. Sistema portale pervio.
Milza omogenea, DL 7 cm.
Rene destro aumentato di dimensioni per evidenza di una neoformazione solida esofitica del polo inferiore del dt max di 4.5 cm, dotata di disomogeneo enhancement arterioso prevalentemente periferico e un relativo wash-out nella fase di equilibrio; la stessa appare capsulata e presenta un area centrale costantemente ipodensa come da possibili fenomeni di necrosi; non si apprezza invasione del baci netto renale, ne' del singolo uretere (ben opacizzato) omolaterale, ne' invasione della vena renale destra, che appare pervia. Si segnala minimo ispessimento dei contigui setti reno-renali e della fascia di Gerota. Alcuni millimetrici linfonodi si apprezzano nel contiguo adipe retroperitoneale. Singola arteria renale destra; si segnalano filiformi afferenze arteriose in corrispondenza della porzione piu' caudale della neoformazione ad
origine diretta dall'aorta addominale.
Non significative alterazioni a carico di pancreas, rene sinistro (millimetrica cisti polare superiore), surreni ed organi pelvici. Diverticoli del sigma. Non versamento libero in addome.
Conclusioni: eteroplasia del polo inferiore del rene destro. Subcentimetriche lesioni cistiche epatiche. Altre puntiformi lesioni epatiche non caratterizzabili alla sola metodica.
Vorrei sapere se si necessita intervento e se l'eventuale intervento può essere limitato alla cisti o comporterebbe l'asportazione del rene?
Vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La neoformazione (che è chiaramente solida e non cistica come dice lei) deve essere necessariamente rimossa. Considerate le dimensioni contenute (45 mm) e la posizione relativamente periferica, è possibile sia possibile un'asportazione selettiva (enucleo-resezione). Le indicazioni debbono comunque essere perfezionate potendo osservare direttamente le immagini della TAC. Oggigiorno questi interventi vengono brillantemente eseguiti in laparoscopia nei centri ad elevata specializzazione, con minima invasività ed ottimi risultati.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 393XXX

La ringingrazio per il suo prezioso chiarimento. Martedì ho l'appuntamento con il chirurgo per discutere sul da farsi.