Utente 411XXX
Salve, parto dal presupposto che ho una vescica neurologica da 7 anni. All'età di 9 anni ho avuto delle coliche renali, e fui ricoverata per degli accertamenti, mi dissero che andava tutto bene tranne una malformazione al rene destro (a focaccia e iperfunzionante). A distanza di ormai 11 anni ho trovato per caso un referto di una scintigrafia che mi fecero allora e che quindi non ho mai portato in visione questi anni a un urologo (sono seguita per monitorare il funzionamento vescicale) perchè non ricordavo di averla fatta.. Vi riporto il referto:
-In fase corticale immagine renale sinistra in sede, di regolare morfologia. Immagine renale destra ptosica (I grado), con profili lievemente irregolari, e con polo inferiore bozzuto e moderatamente ipocaptante.
-In fase di eliminazione rallentamento di drenaggio, discontinuo, delle cavità di destra, lieve nei gruppi caliciali superiori e moderato nelle cavità inferiori.
-Tracciato nefrografico sinistro regolare. Tracciato destro di altezza inferiore al controlaterale, con ritardo del Tmax e della fase di eliminazione (discontinua).
-Il valore indicativo del FG (metodo di Gates) risulta:

Totale= 90.4 ml/min.
Rene Sin= 62 ml/min. (68.6%)
Rene Dx= 28.4 ml/min. (31.4%)

-Dopo ortostatismo e minzione drenaggio discreto, ma ancora parziale, a carico delle cavità di destra.

C: Rene destro ptosico, di morfologia lievemente alterata, con ritardo di drenaggio moderato - più marcato nelle cavità del distretto inferiore - ma apparentemente non ostruttivo, e con riduzione del filtrato. Reperti morfo-funzionali nella norma a carico del rene sinistro.

La mia domanda è: (non eseguendo più questo esame e avendo una vescica neurologica che da quello che mi ha detto l'urologo le coliche renali che io ogni tanto ho potrebbero essere dovute alla vescica) è il caso che faccia un controllo nefrologico avendo preso visione ora di questa scintigrafia?

Ringrazio. Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr.ssa Fulvia Caligaris

20% attività
0% attualità
0% socialità
ASTI (AT)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2016
Gentilissima,
l'esame ormai datato rilevava un imperfetto funzionamento del rene destro , la cui filtrazione non era ottimale ma non per cause di natura ostruttiva ( calcoli ) e mi para che l'accertamento le fosse stato richiesto per coliche renali. Ciò che le posso consigliare è il controllo della funzionalità renale , una ecotomografia addome dopo di che se alterazioni un controllo nefrologico a discrezione dell'urologo e del medico di medicina generale.
Cordialmente
Dr.ssa fulvia caligaris

[#2] dopo  
Utente 411XXX

Gentilissima dottoressa, la ringrazio per la sua risposta.
Le trascrivo i risultati dell'eco addome che ho effettuato quasi un anno fa (valgono lo stesso?), putroppo avendo la vescica neurologica non ho potuto riempire adeguatamente la vescica:
Rene destro in sede, dismorfico con aspetto "a focaccia", diametro longitudinale di cm 11.4, si associa lieve dissociazione degli echi pielici (mm 4 AP).
Rene sinistro in sede di regolare morfologia ed ecostruttura, con diametro bipolare di cm 10, spessore parenchimale di cm 1.8.
Vescica depleta.

Mi sembra di capire da ignorante in materia che comunque vada tutto bene, così mi aveva detto la dottoressa che mi effettuò l'ecografia, mi disse però che non avendo la vescica piena e non visualizzando bene l'uretere destro, che forse la causa di queste mie coliche sporadiche potesse essere un reflusso. Io non ho dato importanza purtroppo a tutto ciò, non so se ha letto il mio profilo, avendo una patologia rara sono un po' stanca di vedere medici, infatti non effettuo un urodinamica da più di 2 anni.. So che effettivamente sto sbagliando, volevo diciamo solo sapere, se dopo 11 anni da quell'esame (con la vescica neurologica) la situazione renale potesse essere peggiorata e quindi dover andare da un medico..
La ringrazio ancora. Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr.ssa Fulvia Caligaris

20% attività
0% attualità
0% socialità
ASTI (AT)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2016
Purtroppo capisco la sua avversione per gli esami, ma le consiglio di fare urodinamica. La scintigrafia è possibile che sia peggiorata essendo stata effettuata molti anni or sono. La ribadisco la necessità di effettuare una valutazione della funzionalità renale ( creatinina, azotemia, clearance eventualmente).Buonagiornata

Dr.ssa fulvia caligaris

[#4] dopo  
Utente 411XXX

Va bene dottoressa.. La ringrazio tanto per la sua disponibilità e gentilezza!
Buona giornata.