Utente 848XXX
Mi chiamo antonella e ho 40 anni
il mio problema di salute e’ iniziato un annofa dopo un ricovero ospedaliero per una insufficienza renale dovuta da farmaci.
dopo 2 giorni dal ricovero, avendo sospeso tutti i farmaci , l’insufficianza renale e’ guarita e i valori dei reni (creatinina e urea) sono tornati nella norma, pero’ ho iniziato a gonfiarmi e a prende peso: a dicembre del 2007 pesavo 63,50 kg (il mio peso normale e’ sempre stato di kg 50/52) questa forte ritezione idrica e’ stata curata con l’uso del diuretico 1 ogni 3 giorni.
a marzo mi e’ stato detto di sospendere completamente il diuretico e nel mese di aprile ho preso altri 10 kg arrivando a pesare kg 73,5.
dopo questo ulteriore aumento di peso ho inziato a soffrire di forti mal di testa e mi sono accorta che non potevo bere piu di 600 ml di acqua al giorno perche’ tornavo a gonfiarmi e a prendere altro peso, oggi peso kg 70,5 e mi sono stabilizzata se tengo controllata la quantita’ di acqua
nel frattempo ogni mese facevo gli esami del sangue e delle urine che risultavano comunque normali senza nessuna alterazione ed in particolare la creatinina (0.94 il 24/10/08) e l’urea (39 il 24/10/08) erano perfetti.
il mal di testa pero’ continuava e a settembre 2008 ho fatto una risonanza magnetica che non ha riscontrato tumori ma “un aspetto parzialmente vuoto della sella turcica”
il nefrologo dopo aver visto questo esame e avermi fatto fare l’esame dell’adh che e’ risultato “1.8”, ha ipotizzato “una sindrome di inapproprita secrezione di adh”, diagnosi che e stata confermata oggi dall’esame dell’adh: il valore di riferimento e’ “<6.7” il mio e’ “12.1”
i problemi che continuo ad avere sono questi forti mal di testa, il dover bere molto poco pur avendo sete e la difficolta’ nel muovermi con questi 20 kg in piu’ rispetto al mio peso normale
vi chiedo un parere sulla mia situazione che, mi hanno detto i dottori che mi seguono (nefrologo, endocrinologo e dottore di famiglia) e’ un caso raro, e vorrei sapere se esiste una cura per tornare normale.
vi ringrazio comunque per aver ascoltato il mio problema
saluti
antonella

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
la diagnosi di SIADH non si basa tanto sulla misura diretta dell 'ADH (che di per se' non fa capire se la sua secrezione e' appropriata o no), quanto sulla dimostrazione di una particolare alterazione degli elettroliti.

Quando lei dice che "gli esami erano normali" questo e' vero per la funzione renale, ma dovrebbe vedere se le hanno mai fatto il sodio nel siero, il sodio nelle urine, l'osmolalita' plasmatica e quella urinaria. Com'erano?

Le SIADH vere hanno cause farmacologiche (levando il farmaco pero' regrediscono) oppure cerebrali (l' ADH e' prodotto dall'ipotalamo) oppure a volte e' colpa del polmone. Le lastre al torace sono normali?





Come proporre correttamente quesiti online relativi ad analisi di laboratorio:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42830

[#2] dopo  
Utente 848XXX

per prima cosa ringrazio tantissimo il dottore che mi ha risposto.
riguardando tutti gli esami che ho fatto sino ad oggi ho trovato i risultati che mi ha richiesto il dottore
sono i seguenti:
- in data 19/09/08 il sodio nel sangue era 143 con valori di riferimento mmol/L 135-146
- in data 19/09/08 il potassio nel sangue era 4.1 con valori di riferimento mmol/L 3.5-5.3
- in data 19/09/08 il cloro nel sangue era 107 con valori di riferimento mmol/L 98-110
- in data 19/09/08 il calcio nel sangue era 9.7 con valori di riferimento mmol/L 8.5-10.5
- in data 19/09/08 il fosforo nel sangue era 3.1 con valori di riferimento mmol/L 2.5-4.5
- in data 19/09/08 il magnesio nel sangue era 2.2 con valori di riferimento mmol/L 1.6-2.6
- in data 19/09/08 l'OSMOLARITA' PLASMATICA era 286 con valori di riferimento mosm/L 278-305
- in data 19/09/08 la prolattina era 3 con valori di riferimento ng/mL 3.3-25
- in data 20/09/08 il sodio-U era 380 con valori di riferimento mmol/die 60-200
- in data 20/09/08 il potassio-U era 28 con valori di riferimento mmol/die 30-100
- in data 20/09/08 il cloro-U era 56 con valori di riferimento mmol/die 110-250
- in data 20/09/08 il calcio-U era 7.2 con valori di riferimento mEq/die 2.5-20.0
- in data 20/09/08 il fosforo-U era 0.600 con valori di riferimento g/die 0.300-1.200
- in data 20/09/08 il magnesio-U era 38.5 con valori di riferimento mg/die 25.0-150.0
- in data 20/09/08 l'osmolarità-U era 985 con valori di riferimento milliOsmo/Kg 50-1200
- in data 24/10/08 le proteine nelle urine erano 15 con valori di riferimento mg/dL 0.0-15.0
- in data 24/10/08 l'emoglobina nelle urine era +2 con valori di riferimento assente
- in data 24/10/08 i corpi chetonici nelle urine erano +- con valori di riferimento assente
- in data 24/10/08 la birubilina nelle urine era +- con valori di riferimento assente
- in data 24/10/08 l'urobilinogeno nelle urine era 1.0 con valori di riferimento mg/dL 0.0-0.2
- in data 24/10/08 la densità delle urine era 1029 con valori di riferimento 1.010-1.025
- in data 24/10/08 le cellule epitelianli nelle urine erano 72 con valori di riferimento assente

questa mattina sono andata a farmi prescrivere le lastre al torace (il mio dottore di famiglia ha approvato il Vostro consiglio) e fornirò i risultati appena possibile

volevo chiedere al Dottore cosa significa "se la mia secrezione di ADH è appropriata o no" e se il risultato della Risonanza magnetica, ovvero "un aspetto parzialmente vuoto della sella turcica" è collegato con questo problema

secondo Voi esiste una cura o l'unica cosa che posso fare è quella di limitare al minimo liquidi e cibo?
il mio è un caso così raro come mi hanno detto?

ringrazio ancora tantissimo tutto lo staff e i dottori che stanno cercando di aiutarmi

cordiali saluti

antonella










[#3] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Brava signora che ha messo con pazienza tutti i numeri.

Guardando i numeri, non sono tanto sicuro che lei abbia una SIADH. Tale sindrome e' detta anche iponatremia diluzionale, ossia "il sodio nel siero e' molto basso perche' il paziente trattiene troppa acqua e lo diluisce".

Ricordo che il sodio nel siero e' regolato per mantenere una salinita' fisiologica dello 0,9%. per mantenere questa salinita', che e' critica, l'organismo puo' intervenire sul sale oppure intervenire sull'acqua. La SIADH e' appunto un disturbo nella gestione dell'acqua, si trattiene troppa acqua e il sale (sodio) si diluisce.

Stiamo parlando di un argomento un po' complicato anche per gli studenti di fisiologia, comunque qui non vedo i due criteri fondamentali per far diagnosi di SIADH, che sono il sodio nel siero basso (deve essere meno di 135) e l'osmolalita' nel siero bassa (deve essere meno di 275). Lei li ha normali, non c'e' diluizione da eccesso di acqua.

L' ADH e' un ormone che dice al rene di fare la pipi' usando poca acqua. In presenza di troppo ADH, che e' la cosa che sospettano a lei, il paziente urina normalmente il sale (sodio cloruro) ma non urina abbastanza acqua. Risultato: le urine sono piene di sodio e l'osmolarita' urinaria e' elevata, mentre l'acqua viene trattenuta nel sangue e "diluisce il sangue".

Lei ha si' tanto sodio e tanta osmolalita' urinarie, ma non ha il sangue diluito. Senza questa iposodiemia non si puo' porre diagnosi di SIADH e bisogna pensare a qualcos'altro, es. a un problema del sodio e non dell'acqua.

Se uno assume o trattiene troppo sodio, questo sodio richiama acqua e la gente si gonfia. Allora si danno diuretici, che fanno urinare tanto sale, e assieme al sale le persone eliminano acqua. Allontanando quest'acqua le persone si sgonfiano e gli va giu' la pressione (i diuretici infatti si danno agli ipertesi)

Quando lei ha fatto questi esami lei stava assumendo diuretici? lei e' ipertesa? questi 10-20 kg che ha preso, dove li ha messi? ha le caviglie gonfie? Le hanno mai trovato "acqua nella pancia"? ha mai assunto digitale? Quando dorme di notte va in bagno spesso? le manca mai il fiato di notte? ecco una serie di domande che potrebbero precisare il caso.

infine:

la secrezione di ADH e' "inappropriata" se non serve a regolare l'acqua dell'organismo, ma se viene prodotta da qualche tumoretto benigno nell'ipofisi, o nel polmone, che secerne ADH per conto suo senza stare a guardare cosa combina questo ormone.

la "sella parzialmente vuota" si ha quando l'ipofisi non riempie tutta la sella turcica, quindi e' una ipofisi piccolina. Ma l' ADH viene prodotto proprio dalla parte posteriore dell' ipofisi e in caso di effettiva SIADH mi aspetto una ipofisi grossa e gonfia, non una ipofisi piccola che lascia la sella semivuota. La prolattina e' prodotta dall' ipofisi, lei ce l'ha molto bassa, ci puo' stare che una ipofisi piccola produca poca prolattina.

Concludendo:

lei ' gia' in mano agli specialisti giusti (endocrinologo e nefrologo). Loro e il suo medico hanno accesso a piu' dati di me. Io ho delle riserve sul fatto che l'ipotesi di lavoro della SIADH sia giusta, ma sono d'accordo con loro che lei presenti un caso non banale.

Come proporre correttamente quesiti online relativi ad analisi di laboratorio:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42830

[#4] dopo  
Utente 848XXX

Gentilissimo Dott. Pietropaolo Bianchi continuo a ringraziarLa moltissimo per l’aiuto che mi sta dando per sviscerare il mio problema.
Mi scuso per il ritardo con il quale Le rispondo, ma aspettavo l'esito dei raggi al torace.
Questa mattina ho fatto l'esame ed il risultato è il seguente:
- Non evidenti lesioni parenchimali a focolaio nè
versamenti pleurici in atto
- Emodistribuzione regolare
- Piccola pinzettatura pleurodiaframmatica basale sx
- O.C.V. nei limiti
Le altre risposte alle domande che mi pone sono:
- quando ho fatto gli esami che ho riportato non
prendevo nessun diuretico e tutt'ora non ne prendo
(ho smesso di prendere il laxis a metà aprile)
- non sono ipertesa perchè la pressione d'estate è tendenzialmente bassa (60-65/100-105), adesso che è freddo è normale (70/115-120) non ho mai sofferto di pressione alta
- tutti i Kg che ho preso inizialmente erano distribuiti su tutto il corpo, nel mese in cui sono aumentata di Kg 10 ero gonfia ovunque (piedi, gambe, pancia, braccia, viso, occhi, mani), poi con il passare dei mesi si sono ridistribuiti ed ora sono sono gonfia dal ginocchio in sù
- ora non ho più le caviglie gonfie
- mi hanno fatto un'ecografia all'addome nel mese di settembre e non c'erano edemi nella pancia
- non so cosa sia "digitale", quindi non so se l'ho mai assunto
- non vado in bagno di notte perchè faccio la pipì solo 3 volte al giorno
- il fiato di notte non mi manca, ma mi alzo con la tachicardia e dopo aver fatto qualche lavoretto in casa mi sento stanchissima ed ho un gran fiatone, questo succede tutte la mattine. ho fatto un ecocardiogramma ed è risultato che è tutto normale comprese il funzionamento delle valvole, probabilmente questo fiatone e questa tachicardia dipende dai 20 Kg in più ai quali non sono abituata e mi affaticano molto

spero di aver delucidato ancora di più la mia situazione e spero di ricevere una risposta da parte Sua

Ancora grazie

Cordiali saluti
Antonella


[#5] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Molto spesso la SIADH e' una forma che insorge quando c'e' un tumore polmonare. Quindi bisogna sempre andare a guardare il polmone. Il suo polmone e' sano e questo e' una ottima cosa, ma fa scendere ulteriormente le quotazioni della SIADH nel "borsino della diagnosi" (se non vedo l' iposodiemia io faccio fatica ad accettare la SIADH).

La digitale e' un farmaco noto come lanitop, lanoxin cedilanid e altri. Potenzia il cuore e se la ritenzione idrica e' causata dal cuore che pompa male, appena il cuore si rimette a pompare bene tutta l'acqua viene drenata ed emessa come urina. Quando e' colpa del cuore, l'acqua ristagna in basso (caviglie gonfie), poi quando uno si sdraia a letto refluisce al rene e uno deve alzarsi a urinare spesso. Siccome lei nega tute queste circostanze, io elimino anche il cuore.

qui mi fermo perche' non ho la risposta in tasca. Forse i farmaci che hanno creato il blocco renale iniziale (che farmaci erano? antinfiammatori e antidolorifici?) hanno risparmiato il glomerulo (creatinina e urea sono buone) ma danneggiato la funzione tubuluare (quella riassorbe o lascia andare l'acqua). Un'altra cosa che sarebbe opportuno sapere e' perche' e' stato sospeso il diuretico, se apparentemente funzionava.

Comunque termino dicendo che "da manuale" per poter confermare l'ipotesi SIADH occorre documentare iposodiemia e ipoosmolalita' del siero.

Come proporre correttamente quesiti online relativi ad analisi di laboratorio:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42830