Utente 454XXX
Salve, mi chiamo Antonio ho 34 anni, da circa 2 mesi mi capita di fare poca pipì pur bevendo 1, 5l di acqua, fino adesso non ho mai avuto problemi di salute l' unico problema che ho e che soffro di mal di testa dovuto a un cheratocono.

Questa cosa mi porta a far uso abituale di antidolorifici, (prendo brufen 400 ogni 2 giorni) , sia l oculista che il neurologo mi hanno detto che questa dose non è tossica per i reni, faccio le analisi del sangue ogni 3 mesi e i risultati sono nella norma, il mio medico mi dice che sono pazzo dicendomi che l'insufficenza renale non si sviluppa così da un giorno all'altro.

Comunque giorno 15 agosto mi sono recato in pronto soccorso ma il medico non mi ha fatto nessun esame strumentale, ma solo gli esami del sangue, io ho chiesto se posso farli io in privato, lui mi ha risposto che per lui non era necessario e che ognuno e libero di fare ciò che vuole.

Ho chiesto anche come si fa a capire se i reni funzionano ma mi ha risposto che ha cose più importanti da fare, tutti mi danno del pazzo e del fissato, ho tanta paura, leggendo su internet ho visto che questa malattia puo insorgere a qualsiasi età, il fatto che delle volte mi capita di avere sintomi come stanchezza, prurito, fare poca pipì, dolore alle schiena, ma non trovo nulla di utile che mi dia risposte soddisfacenti.

Ho smesso di mangiare cose dolci da circa 1 anno mezzo per non sviluppare il diabete, mangio senza sale, non bevo alcol da 15 anni poichè un mio vicino è morto di cirrosi per l'alcol, ho smesso di fumare da 8 anni (fumavo circa 3 sigarette al giorno), sto impazzendo, di recente ho letto che anche le malattie sessuali possono portare all'insufficenza renale quindi mi astengo nei rapporti.

Comunque scusatemi per lo sfogo, vorrei sapere se alla mia età non avendo nè diabete, nè ipertensione nè altre malattie posso sviluppare l'insufficenza renale!!

[#1]  
Dr. Valerio Bertino

28% attività
16% attualità
12% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
MADDALONI (CE)
PORTICI (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
Credo che una chiacchierata con uno psicologo potrebbe aiutarla
Dr. Valerio Bertino