Utente
Ho fatto una risonanza magnetica dove e' emersa un'ernia cervicale a livello c5 c6 paracentrale sinistra, con marcata impronta "ad estrinseco" sugli spazi perimidollari e sul midollo retrostante. Ho formicolii e parentesie alle braccia e crampi alle gambe.
Mi e' stato consigliato l'intervento ma io ho paura, vorrei gentilmente sapere quali sono le conseguenze se non mi faccio operare?

[#1]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
l'intervento è necessario al fine di impedire che il disco fuoriuscito dalla sua sede naturale (ernia del disco)possa danneggiare sia il midollo spinale che le radici nervose che vanno a costituire i nervi degli arti superiori.
Lei ha dei sintomi appunto da irritazione sia radicolari che midollari.
L'intervento viene eseguito per via anteriore: si esegue un piccolo taglio sulla cute del collo e quindi si espone la sede dello spazio discale interessato dal quale quindi si rimuove il disco erniato. Al suo posto si introduce una "gabbietta" in titanio che serve a mantenere la distanza tra una vertebra e l'altra.
Questo in parole povere la tecnica operatoria che, ovviamente in mani esperte, è praticamente priva di rischi e comunque inferiori a quelli che si possono correre non operando.
Per ulteriori dettagli, se vuole può telefonarmi.

Cordiali saluti
Dr. GIOVANNI MIGLIACCIO
Specialista in
Neurochirurgia
Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli
C.so di Porta Nuova,23 - MILANO (MI)
Tel.: 3356320940
giovannimigliaccio@medicitalia.it
https://www.medicitalia.it/giovannimigliaccio/

Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2]  
Dr. Paul Tenenbaum

24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Per l'età ed il "livello" dello spazio intervertebrale interessato dalla riferita patologia discale,dopo una attenta valutazione e correlazione clinico-radiologica, si potrebbe proporre un intervento di artroplasica per via anteriore:questo permetterebbe una migliore qualità dei movimenti del collo ed un minore "stress" sugli spazi intervertebrali adiacenti.Comunque sempre valido è l'intervento di artrodesi per via anteriore
Cordiali saluti
Paul Tenenbaum
paulten@tin.it
Paul Tenenbaum