Protusioni alla colonna

buongiorno, a settembre ho fatto un incidente automobilitistico durante il quale ho sbattuto il collo, inizialmente non c'erano particolari problemi, nei mesi successivi ho iniziato ad avere dolori invalidanti al collo e alla parte dorsale...che non si sono alleviati dopo trattamenti osteopatici e fisioterapici..ad aprile eseguo una risonanza alla colonna, di seguito l'esito:
RIS COLONNA CERVICALE:
conservato l'allineamento metamerico posteriore:
in C6-C7:ipointensità di tensione per disidratazione del disco intervertebrale che presenta altezza sostanzialmente conservata: modesta protrusione disco-osteofitosica ad ampio raggio, prevalente in sede mediana ove si osserva focale fissurazione dell'anulus fibroso, con impronta sugli spazi liquorali antero-midollari;livemente ridotte le dimensioni dei forami di coniugazione su base degenerativa: sostanzialmente nei limiti le restanti unità disco somatiche esaminate con iniziali appuntimenti degli spigoli somatici nel tratto c4-c6. nei limiti le dimensioni del canale vertebrale senza alterazioni di segnale del midollo spinale. non sono evidenti lesioni focale ossee di significato patologico attuale.

RIS. DORSALE
conservato l'allineamento metamerico posteriore:
Irregolarità osteocondrosiche delle limitanti somatiche affrontate nel tratto compreso tra T5 e T12 con minima deformazione a cuneo anteriore di T6 in esito; in T5 T6 piccola focale protusione del disco mediana paramediana sn in contatto con la superficie ventrale del midollo spinale.
in T7 T8 piccola focale protrusione del disco intervertebrale in sede paramediana dx:
focale ipointesità di segnale del disco intervertebrale in T11 T12 su base degenerativa (degenerazione gassosa?calcificazione?
nei limiti le dimensioni del canale vertebrale.
non sono evidenti alterazioni di segnale a carico del midollo spinale né lesioni focali ossee di significato patologico attuale.
RIS LOMBARE
modesta scoliosi dorso lombare destro convessa.
conservato l'allineamento metamerico posteriore
iniziale discopatia degenerativa in L4 L5 con assottigliamento del disco intervertebrale che protrude posteriormente ad ampio raggio con appoggio sulla superficie ventrale del sacco durale e impegno dei pavimenti dei forami di congiunzione senza segni di conflitto disco radicolari.
non sono evidenti significative protrusioni- ernie discali ai restanti spazi esaminati. nei limiti le articolazioni interapofisarie.
il canale vertebrale presenta dimensioni conservate.
non sono evidenti alterazioni di segnale del contenuto endospecale né lesioni focale ossee di significato patologico attuale.
ora sono andata da un ulteriore specialista chiropratico che mi ha obbligato a mettere un bite per problemi occlusivi altrimenti si rifutava di curarmi.
non mi consiglia nessuna ginnastica posturale, mi sento molto demoralizzata, perché soffro di condropatia alle ginocchia e fare ginnastica mi è indispensabile, ma non posso fare neanche un giro in bicicletta, neanche una cammin. ho solo 38 an
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Ma le pare che un chiropratico possa dire una parola qualificante/conclusiva su una situazione post-traumatica come la Sua?

Per darLe una valutazione bisognerebbe vedere le immagini della rmn e rilevare l'obiettività clinica presente.
In assenza di tali elementi è fin troppo arduo darLe un parere conclusivo.

Auguri cordiali

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa