Protusione e angiomi

Uomo di 44 anni, da molto tempo senza lavoro con vita molto sedentaria (purtroppo) con dolori e formicolii + spilli ai piedi e gambe e dolori alla schiena centrale e in basso sopra zona lombo-sacrale... feci a settembre un piccolo intervento per asportazione cisti pilonidale e mi fecero anestesia spinale. dopo l'operazione essendo ancora sotto anestesia e non potendo muovermi avvertii dei dolori alle gambe e degli aghi ai piedi nonostante fossi totalmente addormentato dal tronco in giù e chiamai i medici ma mi dissero che non era niente e di aspettare qualche ora che calasse l'anestesia... finito effetto l'anestesia ero un po' dolorante ma niente più, così me ne andai a casa dove feci 3 mesi di inferno non potendo sedermi e continue medicazioni alla ferita e da lì è cominciato un piccolo mal di schiena che è progredito nei mesi ed ora son messo assai male, mi sembra di essere un nonnetto di 90 anni che non riesce neanche a piegarsi per allacciarsi le scarpe tanto dal male... premetto che sono andato pure da un chirurgo cardiovascolare per le gambe e i piedi che sono doloranti e pulsano tutto il giorno (l'unico modo per riposarli è stare sdraiato) e mi ha detto che ho le safene andate, quindi mi ha prescritto gambaletto di seconda classe e integratori e crema per le gambe e circolazione... ho fatto una risonanza magnetica per vedere se queste parestesie venissero da problemi neuorologici e nella risposta non c'era scritto nulla, tutto nella norma!!!!! per fortuna ho guardato bene io il cd consegnatomi con la risposta cartacea e ho subito notato cose strane (pur non essendo un medico, lo vedrebbe anche un bambino...) e ho prenotato una visita con un neurochirurgo che mi ha detto che c'è un angioma vertebrale e una leggera protusione ma che l'angioma ce l'hanno molte persone e non è grave facendomi tornare a casa senza ulteriori accertamenti...

io ora dico, come fanno a vedere se questo/i angiomi ( io ne vedo più di uno) sono di natura benigna o meno? io ho male molto ma molto e sono in paranoia totale, mi sto prendendo pure molte benzodiazepine per calmare l'ansia...

scusate se posto un link delle immagini della risonanza. tranquilli che le ho ritagliate e non ci sono nomi o dati:

http://i.imgbox.com/mrMT8uAC.png
http://i.imgbox.com/qqaxQb8s.png
http://i.imgbox.com/OxsDRV0H.png
http://i.imgbox.com/KLsL8iyQ.png
http://i.imgbox.com/wWOa1jJl.png
http://i.imgbox.com/XJLFwcoM.png

ditemi per piacere cosa vedete voi illustri, che ne sapete..

GRAZIE
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
Le immagini inviate verosimilmente sono incomplete,ma Le posso dire che quegli angiomi non hanno alcuna rilevanza clinica e non sono tumori, per cui non si pone il problema della natura benigna o maligna.

Detto questo, se per i Suoi sintomi si escludono patologie vascolari agli arti inferiori, bisognerebbe capirne l'origine.
A distanza ogni ipotesi diagnostica, in genere, è impossibile, ma la storia della anestesia spinale potrebbe esser importante da indagare.

Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti, La saluto con cordialità
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore per la risposta veloce, non ci speravo.
Per i sintomi delle spine e formiche ai pedi e gambe il chirurgo vascolare ha detto che c'è un insufficienza delle vene safene e mi ha dato la cura col gambaletto etc. e in più sto andando in palestra da un mesetto a fare attività leggera (tapis roulant cyclette ed esercizi a terra su tappetino) e nuoto come consigliatomi, però non mi ha giovato per niente, anzi mi ha peggiorato il mal di schiena che prima era sopportabile ma ora sono bloccato.. e non faccio esercizi che possano sollecitare la colonna vertebrale, anzi la cyclette faccio quella con lo schienalino...
per gli angiomi ho postato le immagini dove si vedono di più, quello che mi ha spaventato non è quello centrale e gli altri piccoli che si intravedono ma quello in basso che è grosso come quasi tutta la vertebra. Quindi non possono dare dolore alla schiena secondo lei e non devono essere trattati in nessun modo?

Ultima cosa, in che modo posso indagare sulla storia dell'anestesia spinale? a chi mi rivolgo e che accertamenti potrei fare? può essere qualcosa a che fare col midollo?

La ringrazio ancora di tutto.
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Caro signore,
Lei mi fa dlele domande a cui, da lontano, non so rispondere.
Non credo che il midollo sia interessato, forse qualche radice nervosa, ma non è nemmeno corretto sbilanciarsi in ipotesi che possono non aver alcun senso.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora, volevo solo capire se fare una nuova risonanza o una tac con contrasto. oppure andare da un altro specialista neurochirurgo in altro ospedale o un ortopedico o un fisiatra..
Io son di Brescia, qui nella mia città ci sono 3 o 4 strutture importanti più altri ambulatori o cliniche private etc.
Senza nulla togliere alla vostra professione e neanche far di tutta l'erba un fascio ma ho avuto brutte esperienze... quasi sempre trattato con superficialità come uno fosse fuori di senno; una volta al pronto soccorso mi han mandato giù una psichiatra con al suo seguito 3 o 4 studenti e mi faceva domande del tipo se mi sento seguito, in che anno siamo, se penso mai di farmi del male (-.-") mandandomi a casa con una bella puntura di tavor... quando andai il giorno dopo ad un altro pronto soccorso mi riscontrarono una prostatite acuta (che tutt'ora ho ed è diventata cronica ma senza molto dolore come all'inizio) e mi ricoverarono in urologia per 5 giorni facendomi antibiotici potenti endovena... eppure la sofferenza di una persona esiste, è reale ! so che la medicina non è una scienza esatta però certi medici dovrebbero ascoltare un attimino quel che gli dice un paziente... e che pazienza... non parlo di lei che è stato fin troppo gentile senza neanche vedermi di persona a rispondermi.

Scusi lo sfogo ma sono anni che ho vari problemi anche gravi che non sto ad elencare qui... si sono accumulati e la colpa è anche mia...

Lei è stato gentilissimo a rispondermi, volevo chiederle un ultima cosa, poi non la disturbo più: ho dimenticato di dirle che negli ultimi 2 - 3 giorni mi è capitato 2 o 3 volte mentre ero in piedi già da un po' (quindi non credo uno sbalzo di pressione) come di perdere l'equilibrio quasi uno svenimento che è durato un batter d'occhio, una cosa come mezzo secondo ma da paura; in più ho sempre gli arti compresi i piedi congelati se sto fermo o seduto e sento brividi freddi molte volte, per esempio se vado in bici anche se è estate e ci sono 25-30 gradi l'aria la sento gelida sul corpo e sudo freddo... può essere correlato il tutto?

Mi scuso ancora e ringrazio.
[#5]
dopo
Utente
Utente
mi scuso se ho offeso la categoria ma sono dolorante e depresso da molto tempo ormai.. cmq non fa niente. cercherò di tirare avanti coi pochi mezzi che ho come ho sempre fatto.. grazie a tutti

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa