Perdita sensibilità porzione gamba sinistra

Buongiorno le illustro la mia condizione: ho 30 anni, a 20 mi sono rotta menischi e legamenti giocando a pallavolo. a 22 mi hanno operata e fatto anestesia tramite epidurale lesionandomi il nervo sciatico attraverso due punture che mi hanno fatto scattare involontariamente gamba sinistra. Dopo l'operazione ho avuto 3 giorni incapacità di gestire il piede sinistro (non riuscivo a tenerlo a martello) hanno iniziato a farmi elettrostimolazioni che sono continuate per un anno e mezzo per ottenere una camminata normale. Non sono più riuscita a giocare, non riesco più a correre perché dopo qualche metro non riesco più a fare tacco-punta con il piede e diventa valgo verso l'interno pur utilizzando da quel momento un plantare. Dal giorno dell'operazione mi è anche rimasta una sensibilità strana dal ginocchio all'alluce sinistro superiore; vedi sentire acqua calda e fredda e in generale strana sensazione al tatto. Un mese e mezzo fa ho fatto per una settimana 30 minuti di cyclette ma probabilmente lavorando male, osservando anche una pozione scorretta del piede sinistro e ho subito interrotto e da quel momento sento a metà del tibiale anteriore sinistro una sensazione strana più forte del solito, che peggiora se ho freddo. Ho avuto giorni in cui non avevo fastidi ad altri che ne avvertivo di più ...una sensazione come aver appoggiato alla pelle delle carta trasparente... Il mio dottore mi ha prescritto compresse di Nicetile che inizierò oggi e il mio fisioterapista mi ha consigliato di sottopormi all'elettromiografia che ho già fatto due volte ma l'ultima risale a 8 anni fa . la prima del 04.2006 dava come risultato lesione parziale nervo sciatico sn. la seconda del 10.2006 EMGRAFIA dei muscoli: bicipite femorale sn (capo breve) tibiale anteriore sn : il reperto alterato su entrambi i muscoli esaminati, evidenzia segni di lesione neurogena perifierica. Rispetto al precedente controllo il tracciato appare migliorato sul muscolo bicipite femorale mentre persiste invariato sul tibiale anteriore ove peraltro si segnala persistenza di segni di reinnervazione. Vorrei sapere se secondo lei sarà necessario sottopormi di nuovo all'esame e nel caso se il problema potrebbe esser legato sempre a cio che mi è successo o un'altra causa. In attesa distinti saluti
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
è verosimile che i Suoi disturbi possano essere messi in relazione con la puntura lombare, ma la certezza può essere data dopo lo studio di tutto l'iter clinico di questi anni e da una valutazione clinica diretta.

Se la sintomatologia è sostanzialmente invariata, come mi sembra di capire, forse non ci sono altre cause, ma anche per questo non è possibile fare ipotesi a distanza.

Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti, invio cordiali saluti


Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa