Utente
Buongiorno;
Ho un ernia lombare grossolana. E comparsa un anno fa. Il neurochirurgo che mi opero di ernia cervicale mi mando a casa con un trattamento di infiltrazioni al nervo che fece ed ebbe un po di risultato. Da non poter camminare quasi a camminare ma non senza dolori. Da otto mesi ho dolori alle gambe sempre e costante anche se per qualche mese meno forte. Ho fatto nuoto dorsale e la cosa è peggiorata. un mese fa ho fatto le infiltrazioni epidurale, dovevo farne 3 ma, mi sono fermata alla seconda perché oltre un dolore atroce durante l'intervento ho incominciato a sentire formicolio alle gambe, senso di stanchezza continuo e a volte pesantesa nel camminare. Ora è vero che dicono che Lernia lombare tende a ridursi con il tempo ecc, ma fin quando dovrò vivere con queste continue fitte che non sono dolorose fino al punto di tenermi ferma però condizionano pesantemente la mia vita?. Inoltre il formicolio mi spaventa. Un'altra cosa, al mattino quando mi alzo cammino in punta di piedi per cinque minuti perché il calcagno mi fa male poi mi pasa.
Lo so; devo tornare dal mio dottore però ahimè voi dottori costate troppo e non posso permettermi di pagare duecento euro a meno che la situazione non degenere. Per questo chiedo consulto per capire:
a) per quanto tempo le fitte possono persistere senza provocarme danni e s e normale averle anche poco dolorose?
b) il formicolio può essere una conseguenza delle infiltrazioni? tendono normalmente a passare con il tempo?
Grazie

[#1]  
Gentile signora,
se è presente un'ernia lombare e nessuna terapia medica è efficace, verosimilmente si dovrà prendere in considerazione l'intervento chirurgico.

Le ernie (lombari o cervicali) possono, nel tempo, perdere il loro effetto compressivo, ma il problema è che, nel frattempo, in attesa che non procurino più sintomi, possono danneggiare irreversibilmente le strutture nervose vicine.
Io non so qual'è oggettivamente la Sua situazione clinica e quindi non posso pronunciarmi su quanto mi chiede, ma intuisco che tale situazione dovrà condurla all'intervento.

Le parestesie possono essere dovute alle infiltrazioni, ma anche alla irritazione dell'ernia sulla radice nervosa.

Disponibile per evetuali ulteriori chiarimenti invio cordiali saluti