Utente
Buongiorno dopo vario tempo che soffrivo di dolori lombari ho fatto RMN il cui esito è il seguente
Aspetto nei limiti del tratto prossimale delle radici della cauda e del cono midollare riconoscibile ad L2
iniziale alterazione di segnale degenerativa dei dischi intersomatici lombari
ad L3 L4 modesta protrusione nella porzione inferiore del forame di coniugazione sx senza evidenti segni di conflitto radicolatre
L5 S1 lievemente ridotto in altezza con iniziale focalita' erniaria paramediana dx in contiguita' con l'emergenza della radice S1 dx
manifestazioni degenerative artrosiche interapofisarie distali da L3 a S1
Calibro del canale conservato.
Ritirato l'esito sono stata trattata da un amico osteopata che mi ha poi inviato a uno specialista posturale , ma i miei sintomi ci sono anche se a giorni alterni e sono tutti disturbi che avverto in piedi o mentre cammino: improvviso bruciore ai lati e davanti :la coscia sx fino al ginocchio e punture di spillo a volte dolorose e parestesia momentanea . A volte ,ma raramente a dx e agli inguini mai dietro quindi mai dolori al nervo sciatico:Sperando in una vs celere risposta chiedo ho scelto la via giusta o dovrei consultare altri specialisti? Ringrazio e saluto

[#1]  
Dr. Nicola Marengo

24% attività
8% attualità
12% socialità
CUNEO (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Buongiorno,

Con i limiti del consulto a distanza credo onestamente che in prima battuta un trattamento conservativo sia effettivamente la strada più giusta da seguire (quindi trattamento fisico e calo ponderale).
Rimane però fondamentale una valutazione neurochirurgica per fare il punto della situazione sulla potenziale evolutivitá in senso chirurgico della patologia.

Cordialmente,
NM
Dr. Nicola Marengo
nicolamarengo@icloud.com
AOU Cittá della Salute e della Scienza di Torino

[#2] dopo  
Utente
Dottore la ringrazio molto per la celere e cortese risposta .In effetti mi stavo interessando x una visita neurochirurgica non nella mia citta' xchè non mi risultano figure di questo tipo. Pensavo Milano . Inoltre per quanto riguarda il peso mi trovo in difficolta' percheè solo con la dieta non ottengo molto e spesso dopo solo 30 minuti di passo un po' piu' svelto arrivano bruciori e parestesie. Cosa pensa delle iniezioni di ozono nel mio caso? Grazie

[#3]  
Dr. Nicola Marengo

24% attività
8% attualità
12% socialità
CUNEO (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Vi sono almeno tre modi diversi di utilizzare l' ozono per le patologie a carico del rachide (periradicolare, paravertebrale e intradiscale)
Naturalmente ha senso discuterne solo conoscendo nel dettaglio quali possono essere le cause dei sintomi che lamenta e con gli elementi in mio possesso non mi è in alcun modo possibile.
Genericamente parlando l' ozonoterapia rientra comunque fra le possibili alternative da tentare seppure non deve in alcun modo sostituire la terapia fisica e l' ovvio calo ponderale.

Saluti,
NM
Dr. Nicola Marengo
nicolamarengo@icloud.com
AOU Cittá della Salute e della Scienza di Torino

[#4] dopo  
Utente
Chiarissimo Dottore la ringrazio nuovamente e la saluto cordialmente