Utente
Buongiorno,

circa un mese fa sono rimasto bloccato con la schiena non riuscendo più a deambulare. In passato avevo avuto forti dolori alla schiena ma stavolta il dolore è stato più violento.
Il medico di famiglia mi ha prescritto punture di voltaren+muscoril che ho fatto 2 volte al giorno per circa tre settimane, alternando la cura ogni 5 giorni con 2 giorni di tachipirina 1000 / tachidol.
Il risultato di questa cura non è stato molto efficace e quindi mi sono recato da un ortopedico che dalla visita mi ha confermato che ho un'ernia.
(dalla visita ha dichiarato : Lasègue +++ a pochi gradi dal piano del letto, assenza riflesso medio plantare a dx)
Mi ha prescritto una RM lombo sacrale e mi ha prescritto cortisone (25mg una volta al dì) per 7gg e successivi 8gg una compressa a giorni alterni.
La RM effettuata dice quanto segue:

A L4-L5: discopatia degenerativa; voluminosa ernia discale mediana-paramediana destra espulsa e migrata verso il basso ad occupare il recesso laterale del canale all'altezza dello spigolo somatico postero-superiore di L5. L'ernia determina netta compressione sulla sacco durale che è dislocato a sx. Artrosi dei massicci articolari.
A L5-S1: disco degenerato e ridotto di spessore con piccola ernia mediana-paramediana che impronta lievemente il sacco durale. Artrosi dei massicci articolari.

a fronte di questo esito l'ortopedico mi sta sottoponendo in via conservativa a un ciclo di 3 infiltrazioni ("a mano libera") periradicolari con cortisone e lidocaina.
Ho fatto la prima infiltrazione e ho ancora problemi alla gamba, sento un forte bruciore fino a sotto/lateralmente il polpaccio e al piede sento ancora dei leggeri formicolii. L'unica posizione che mi fa stare bene quasi senza dolore alcune volte è sdraiata. Devo dire però che rispetto a prima riesco a stare in posizione più eretta.
Oramai è più di un mese che sono bloccato e non riesco a camminare se non per qualche passo in casa.

Potreste darmi gentilmente un Vostro parere sulla mia situazione?
Le infiltrazioni che mi sta facendo fare l'ortopedico sono consigliabili anche secondo Voi?
Grazie mille in anticipo.

[#1]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Le infiltrazioni, di solito a bese di cortisonici ed anestetico locale, hanno una funzione antireattiva (agiscono sulla conseguenza e non sulla causa dell'espulsione).
La mia idea è che potrebbe/dovrebbe esserci l'indicazione ad un trattamento chirurgico che, nel Suo caso, potrebbe/dovrebbe avvenire con tecnica mininvasiva (per la quale La invito a leggere gli articoli che ho pubblicato, nella mia pagine personale di questo sito, sull'argomento.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore per la celere risposta.
Quindi mi consiglia di non aspettare ancora ma di farmi vedere da un neurochirurgo e non aspettare il termine delle infiltrazioni che dovrebbero concludersi tra una decina di giorni?

Grazie
Cordiali Saluti.

[#3]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Sì. sarebbe opportuna una valutazione specialistica.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294