Ernia sacrale e discopatis

Egregio dottore le espongo il mio problema:
È da 7 mesi che soffro di mal di schiena ,le ho provate tutte infiltrazioni al cortisone taker laser terapia ozono massaggi palestra peggiorando: le dico il risultato dell'ultima RM ..rachide in atteggiamento rigido con fenomeni degenerativa dei dischi,disidratati inl1.l2.l2.l3.ed l3 l4 non protusione significative.in l4 l5 ernia mediana paramediana sn protusa,molle che tende a migrare interiormente.in l5 s1 si apprezza accenno aretrolistesi di l5.si associa pseudo protusione circonferenziale,più marcata in sede mediana non alterazioni a carico nel cono midollare le chiedevo secondo lei la schiena rigida male all'addome mancanza di forza nigli arti inferiori sono dovuti all'ernia protusa o alla retrolistesi la prossima settimana ho una visita di controllo dal neurochirurgo per decidere il da farsi perché e diventato un inferno in attesa di una sua gradita risposta distinti saluti
[#1]
Dr. Pietro Brignardello Neurochirurgo 389 27
Egr.Signore

i disturbi da Lei lamentati sono compatibili con quanto riscontrato alla risonanza, vale a dire l’ernia L4-L5 e la listesi L5-S1. Considerando che i disturbi durano da molti mesi e non hanno risposto alle varie terapie conservative effettuate, direi che sia da prendere in considerazione una eventuale soluzione chirurgica ,che può consistere nella semplice rimozione dell’ernia oppure anche in un contestuale intervento di stabilizzazione vertebrale per trattare la listesi L5-S1
La decisione corretta verrà ovviamente presa dal collega che effettuerà la visita e che potrà valutare le immagini e il quadro clinico.
Rimango disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti e La saluto cordialmente

dr. Pietro Brignardello
pietrobri@hotmail.com
www.pietrobrignardello.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Egregio dottore sono stato visitato da un fisiatra la sua diagnosi è diversa dalla diagnosi del neurochirurgo ...lui dice che non ho sintomatologia da intervento chirurgico perché non ho difficoltà nei movimenti...lui dice che può essere qualcosa legata a livello dei nervi ...parlava di fili elettrici...casa ne pensa lei? Dall'esame eletromialgia non risulta niente di anomalo grazie
[#3]
Dr. Pietro Brignardello Neurochirurgo 389 27
Senza vedere le immagini e senza potere effettuare un esame clinico è difficile esprimere un parere preciso. Comunque in linea generale, per valutare se vi sia una indicazione chirurgica, vanno considerati un insieme di fattori ed in particolare la durata e l’entità dei sintomi e la loro risposta o meno alle terapie conservative. Se la sintomatologia dolorosa è particolarmente importante, dura da molto tempo ed è refrattaria alle terapie conservative è consigliabile orientarsi verso la soluzione chirurgica, in caso contrario si può aspettare e controllare l’evoluzione .
Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti La saluto cordialmente

dr. Pietro Brignardello
pietrobri@hotmail.com
www.pietrobrignardello.it

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa