Utente 542XXX
Salve Dottori,
grazie per la vostra attenzione. Il 2 Maggio 2018, in seguito ad incidente sportivo, ho riportato una frattura a scoppio della seconda vertebra lombare. Il neurochirurgo che mi ha visitato mi ha informato di essere stato estremamente fortunato in quanto il muro posteriore presentava una protrusione sul sacco durale, che però non ha provocato danni al midollo osseo. Il 9 Settembre sono stato dichiarato clinicamente guarito, in seguito a trattamento conservativo con busto per quattro mesi, di cui uno trascorso immobile a letto, la vertebra fratturata con deformazione a cuneo risultava consolidata. Da lì sono iniziati i problemi psicologici. Volevo porvi una questione che mi tormenta l'esistenza da giorni. Mentre stavo eseguendo un parcheggio in retromarcia, ho colpito con il fondo dell'auto un muretto in cemento. Avevo la cintura e l'urto non mi ha fatto minimamente spostare in avanti. Ho solo sentito come una spinta contro la mia schiena, verso cui negli ultimi mesi ho sviluppato una sensibilità estrema, anche solo toccarla con la mano mi provoca preoccupazione. Sono terrorizzato dall'idea che questo urto possa avermi fatto danni, poiché in seguito all'incidente del 2 Maggio non sono più in grado di capire quale possa essere un urto che provoca danni alla mia schiena. Grazie ancora per la vostra comprensione e il vostro aiuto.

[#1]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Visto che un anno è trascorso dall'incidente principale, eseguirei una rmn di controllo.
Penso che questo esame non ci dirà molto (nel senso che confermerà solo gli esiti della pregressa frattura e successiva consolidazione).
In tale circostanza starei tranquillo non essendovi necessità di fare altro.
Se ha piacere, faccia pure conoscere l'esito della predetta nuova risonanza.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2] dopo  
Utente 542XXX

Salve Dottore,
la ringrazio per l'immediata risposta. Ho parlato con il mio medico di famiglia che ha condiviso con lei la necessità dopo un anno di eseguire una Rm Lombosacrale di controllo. Solo che era indeciso se prescrivermi in seguito una visita neurochirurgica o una visita ortopedica, affinché un medico specialista possa controllare l'esame effettuato e possa darmi indicazioni appropriate. Secondo voi, dopo aver effettuato la Rm, è più indicato rivolgersi a un neurochirurgo oppure a un ortopedico?
Grazie ancora per l'attenzione.

[#3]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Dopo 1 anno la frattura è del tutto consolidata e, soprattutto se lei non ha sintomi, la RM servirebbe solo per documentarne la consolidazione.
Se invece lei dovesse avvertire sintomi importanti tipo sciatica, una difficoltà in stazione eretta o altro, sarà utile anche un RX nelle proiezioni funzionali del tratto lombo-sacrale.
Ne parli con un neurochirurgia o un ortopedico che pratica la chirurgia vertebrale.

Cordialmente
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#4]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Vediamo prima il referto della futura risonanza. Poi, ne riparliamo.
Cordialmente.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#5] dopo  
Utente 542XXX

Salve Dottori,
sono stato oggi a ritirare il risultato della risonanza. Riporto qui cosa dice il referto:
"Regolare l'ampiezza del canale vertebrale. Modesta riduzione in ampiezza del corpo di L2 da pregressa frattura. Non apprezzabili alterazioni del muro somatico posteriore. Non segni attuali di edema della spongiosa ossea. Regolare l'aspetto dei dischi intersomatici lombari. A livello di D11-D12 si osserva una modica protrusione discale di tipo erniario, prevalentemente mediana, che impronta la parete anteriore del sacco durale. Non alterazioni di segnale del cono midollare e delle radici della cauda. "
Non riesco a capire bene la mia situazione, ma sono molto preoccupato per la protrusione discale, che dal referto della risonanza fatta il 05/09/2018 in un ospedale diverso non risultava.
C'è stato un peggioramento? Cosa devo fare?
Grazie mille per la vostra attenzione.

[#6]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Penso che la modica protrusione sia un reperto occasionale.
In assenza di disturbi, non farei niente altro.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#7] dopo  
Utente 542XXX

Dottore la settimana scorsa ho avuto un episodio di forte mal di schiena soprattutto nella zona alta, che si è scatenato scendendo dall'auto. Ricordo inoltre di aver sentito come un leggero formicolio alla schiena nella ona in cui sentivo dolore. Il medico di base l'ha trattato con Muscoril e Brufen per una settimana e dopo sono stato meglio. Può essere stata l'ernia a causarmi questo dolore?

[#8]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
A distanza è sempre arduo porre una diagnosi "calata su una persona specifica". Quello che si può dire è un qualche cosa che inquadri gli elementi riferiti in un sistema più generale.
Conseguentemente, non avendo diversi validi elementi, mi tocca dire che potrebbe essere.
Sentiamoci a distanza di tempo.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#9] dopo  
Utente 542XXX

Salve Dottore,
ho fatto vedere la Rm al mio medico di base che ha ritenuto necessario farmi effettuare una visita dal neurochirurgo che mi ha detto che l'ernia non è chirurgia, ma mi ha consigliato vivamente di fare fisioterapia. Il medico di base allora mi ha prescritto una visita fisiatrica. Io non ho capito però a cosa possa servirmi la visita da un fisiatra. Si occupa di ernie? é la giusta procedura per trattare un ernia questa? Grazie mille per la vostra attenzione.

[#10]  
Dr. Vincenzo Della Corte

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non ho visionato le immagini, nè La ho mai visitato.
E' più che possibile che un trattamento conservativo sia sufficiente.
Ev:, risentiamoci alla fine del trattamento.
Cordialità.
Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294