Dolore collo,spalla,petto

Salve,
Volevo un vostro consulto, ho effettuato una RM Cervicale questi sono i seguenti risultati:
Perdita di ampiezza e segnale dei dischi intervertebrali esaminati per fenomeni di tipo degenerativo disidrosico.
Alterazione della statica per verticalizzazione della fisiologica lordosi.
Minime protrusioni discali posteriori in c4-c5 c5-c6 c6-c7.
Canale vertebrale di ampiezza conservata.
Midollo spinale di segnale e morfologia regolati. Modeste adenopatie pericentimetriche in sede leterocervicale e sottomandibolare a sinistra. I sintomi che presento sono collo rigido e nei movimenti si sentono dei scricchiolii, dolore al petto e spalla sinistra con formicolio alle dita. Le terapie che sto eseguendo sotto consulto della Fisiatra sono tecar con massoterapia. Per il dolore al petto sono stato dal cardiologo ma risulta tutto nella norma. Il mio problema principale è propio quello ( dolore al petto ) perché nessuno mi riesce a dire da cosa sia dovuto. Secondo voi quali sono gli esami da fare per approfondire la cosa? Potrebbe essere la spalla? Oppure la cervicale?
Grazie per la pazienza.
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,9k 324 205
Egregio Paziente,
dalla descrizione della sua sintomatologia emergono due aspetti che non sono collegabili: il dolore al collo può essere espressione di tensione muscolare e non è ascrivibile ad alcuna alterazione significativa del rachide cervicale. L'altro aspetto è relativo al dolore toracico, che potrebbe trovare spiegazione in una nevralgia intercostale, che deve però essere meglio inquadrata sotto l'aspetto clinico.
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottore,
Grazie per la disponibilità. Ho effettuato anche una Rm spalla e braccio sinistro con la seguente diagnosi:
conservati calibro. Decorso e segnale dei tendini inserzionali dei mm sovraspinato, sottoscapolare e sottospinato. Aspetto lievemente assottigliato e dismogeneo della porzione intra-articolare del tendine del clb con minima reazione peritendinea. Minima reazione sinoviale intra-articolare. Lievissima diastasi acromion-claveare con modesto ispessimento capsulare. Conservati i rapporti articolari.
Non so se questi risultati possono essere riconducibili al dolore del petto e spalla con il formicolio alle dita.
Cordiali Saluti.
[#3]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,9k 324 205
Dal referto che ha citato, emerge una condizione di periartrite scapolo-omerale che giustifica il dolore alla spalla, ma non il formicolio alle dita. Questo disturbo consegue ad un interessamento dei nervi del braccio o a livello radicolare oppure a livello tronculare, ossia più in periferia. Le suggerisco di farsi visitare da un Neurochirurgo per escludere che non vi sia una sindrome da "entrapment" ossia di intrappolamento di uno dei nervi del braccio (il mediano o l'ulnare).

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio