Utente 554XXX
Salve Dottor,
Le descrivo la situazione di mia madre 65 anni, per cui chiedo gentilmente un Suo parere.
II decade Maggio c.a., rimane allettata per forti dolori schiena con sciatalgia sx.

RM LOMBAREdi lì a poco:
SEQUENZE T1 TSE assiale, T1 e T2 TSE Sagittali STIR Sagittali a 1.5 TESLA

Segni di artrosi somatica ed interapofisaria delle vertebre esaminate
Scomparsa della Lordosi lombare
Irregolarità spondilosiche delle limitanti somatiche
Verosimile vizio di differenziazione L5 da valutare con proiezione di serra
Bulding disk di L2-L3
Protusione discale a livello dello spazio intersomatico L3-L4 che impronta il sacco durale
A Livello dello spazio intersomatico detto L4-L5 si osserva un’ernia discale posteriore mediana e paramediana sinistra che comprime il sacco durale
Ridotto il segnale dei dischi intersomatici per fenomeni disadrativi
Normale ampiezza del canale vertebrale
Non si osservano alterazioni del segnale a carico del cono e dell’epicono midollare.

Curata con fans (inizialmente no cortisone causa diabete di tipo alimentare), la situazione non migliora, (Soldesam, Sirdalud, Corsetto lombare, Tachipirina, Toradol, Voltaren, Muscoril, successivo cortisone controllato con insulina, etc.)
Inizi giugno in 118 viene portata al P.S. più vicino; ricoverata per effetto dei dolori (esito visita ricovero: deficit incompleto dell’ELA e dell’m. tibiale anteriore a sx).
La settimana successiva, dopo le varie cure di rito tra cui infiltrazione ozono - subisce un intervento chirurgico di erniectomia e microdiscectomia sx L4-L5.
Dimissioni: Rocefin, Efferalgan, Lyrica 75, Kardinal, Supporto ortopedico steccato.
Col passare dei gg, aumentano i dolori gluteo, coscia e soprattutto fastidi dolori formicolii al piede sx.
Ad un ulteriore visita Neurochirurgo (per i soliti forti dolori anche se minori rispetto al pre operatorio), si richiede visita ortopedica per escludere sospetta necrosi anca sx.
Visita ortopedici con esclusione problemi bacino-anca-femore confermata da negatività RX. Prescritti esami come RX Rachide Lombo Sacrale, RM Rachide Lombo Sacrale +RM Bacino + EMG Arti inferiori, ed esami sangue in attesa di referti a giorni.
Ad oggi la cura farmacologica è di 2 Tachidol e 2 Lyrica 75 die e Kardinal 1 die.
Non lamenta più dolore alla natica o gamba. Riferisce dolore puntorio al piede sx da ferma e sptt quando cammina, scosse, formicolii, parestesia, episodio di gonfiore piede sx e ipostenia con zoppia.

In linea di massima, scrivo perchè di primo acchito sembra che i medici che l'hanno visitata poco si spiegano in merito alla questione "piede" che ad oggi non le permette di camminare bene costringendola a lunghi riposi a letto.
Ovviamente coi referti, sapremo (?) se saranno residuati problemi post operatori, recidive, tessuti cicatriziali o ancora problemi ai nervi di altro genere (?).
Continua cura per diabete con insulina (valori medi 150) .

Grazie.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
dalla sua descrizione non vi sono dubbi sul ritenere che al momento sia presente una lesione di tipo radicolare del nervo sciatico, che si rileva dal deficit dell'ELA che lei ha riferito. L'accertamento dell'entità del danno può essere effettuato, oltre che clinicamente, attraverso un esame neurofisiopatologico del tipo dell'EMG. Un'indagine con Risonanza può inoltre evidenziare quale sia l'attuale stato dell'area sottoposta a trattamento chirurgico.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 554XXX

Gent.mo Dott. Colangelo,
La ringrazio per la celere ed esaustiva risposta.
Il deficit ELA l'ho copiato dal referto medico alla visita di ricovero anzi, mi potrebbe aiutare a capire meglio cosa sia, vista la sua rilevanza?
A giorni avremo referti su RM, RX (Lombo sacrale) e EMG arti inferiori. Se non Le dispiace, vorrei informarLa vista la Sua forte professionalità.
Grazie.

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La ringrazio per la sua cortese recensione; mi informi pure dei risultati delle indagini in itinere.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente 554XXX

Gent.mo Dott. Colangelo,
buongiorno, nell'attesa che Le giri i referti di cui sopra,
volevo approfittarne per informarLa che negli ultimi giorni il dolore al piede sta aumentando in misura crescente con episodi di gonfiore.
Per tamponare, proveremo con aumentare tachidol ogni 8 ore e magari Toradol o Muscoril.
Chissà se il tutto si stabilizzerà, anche parzialmente sarebbe un buon risultato, vista la situazione attuale.
La ringrazio in anticipo.

[#5]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Ho visto che nella risposta precedente non le ho spiegato cos'è l'ELA (Estensore Lungo Alluce) che è un ramo del nervo sciatico
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#6] dopo  
Utente 554XXX

Sempre gentile.

[#7] dopo  
Utente 554XXX

Salve Dott. Colangelo,
siamo riusciti ad avere i referti di RX ed RM Lombo sacrale e RM Bacino.

RM Rachide Lombo sacrale:
Sequenza T1 TSE Assiale, T1 e T2 TSE Sagittali STIR Sagittali a 1.5 Tesla.
Referto:
Segni di artrosi somatica ed interapofisiaria delle vertebre esaminate.
Irregolarità spondilosiche delle limitanti somatiche.
Esiti chirurgici a livello di L4 e L5 con disomegeneità dei tessuti molli paravertebrali.
Protusione discale posteriore mediana e paramediana sinistra a livello dello spazio intersomatico L3 L4 che impronta il sacco durale con associata lieve riduzione di ampiezza del canale vertebrale.
Protusione discale posteriore mediana e paramediana bilaterale a livello dello spazio intersomatico L4 L5 che impronta il sacco durale.
Ridotto il segnale dei dischi intersomatici per fenomeni disitratativi.
Normale ampiezza del canale vertebrale negli altri tratti.
Non si osservano alterazioni del segnale a carico del cono e dell'emicono midollare.

Rx colonna vertebrale completa
Attegiamento scoliogeno dorsale destro convesso e lombare sinistro convesso.
Pressochè simmetriche le creste iliache.
Nelle proiezioni laterale:
al tratto cervicale, note di un uncoartrosi dei primi metameri;
conservati gli spazi intersomatici;
tendenza all'appianamento antalgico della lordosi cervicale;
Al tratto dorsale, note spondilosiche delle limitanti somatiche medio dorsale con interposta discopatia.
Al tratto lombare lieve spondilosi di L5 S1 con riduzione del relativo spazio intersomatico per sofferenza discale;
Tendenza all'appianamento antalgico della lordosi lombare.
Demineralizzazione ossea.

RM Bacino anca destra e sinistra:
Sequenze: T1 e T2 TSE assiali STIR coronale.
referto:
Iperintensità del muscolo gluteo medio di destra al'inserzione trocanterica da edema intramuscolare;
Non sono evidente lesioni ossee a carico dell'anca destra e sinistra riferibili a necrosi, algodistrofia e/o lesioni tramautiche.
Indenne le articolazioni sacro iliache.
Normale spessore ed intensità del segnale delle superfici cartilagenee articolari.
I rapporti articolari sono conservati, in assenza di raccolta fluide intra ed extra articolari.
Non sio osservano alterazioni del segnale a carico del cono e dell'epicono midollare.

Gent.mo Dott.re, Le sarei grato di una Sua gentile interpretazione e consigli.
Domani dovremmo avere i referti dell'EMG.
Ancora grazie.

[#8] dopo  
Utente 554XXX

Salve,
a chi potrà rispondermi, ringrazio anticipatamente ed informo che:
l'EMG era prevista per settimana scorsa ma come al solito, gli appuntamenti nei centri, saltano. Attendiamo nuovi appuntamenti.

Nel frattempo abbiamo effettuato una visita in H Policlinico in Ambulatorio Malattie Neuromuscolari e post trascrizione di Anamnesi, l'esame neurologico detta:
Deambulazione con sfumata zoppia a sinistra, difficoltosa su punte e su talloni a sinistra possibile a destra;
Si accoscia e risale con minima difficoltà;
Nervi cranici apparentemente indenni;
Arti superiori: tono forza e trofismo nella norma. ROT fiacchi;
Arti inferiori: tono e trofismo nella norma. Lieve deficit di forza contro-resistenza del tensore della fascia lata e del tibiale anteriore di sn. Nella norma la forza negli altri muscoli esaminati ROT fiacchi ad eccezione dell'Achilleo sn assente. Alluci in flessione plantare.
Sensibilità superficiale: ipoestesia tatto-dolorifica.

Conclusioni: l'esame neurologico mostra i segni di coinvolgimento della radice L5 di sinistra per cui potrebbe essere utile nuova valutazione neurochirurgica.
Nel frattempo utile iniziare trattamento fisioterapico.
Per la sintomatologia dolorosa si consiglia di aumentare sp lyrica 150 mg alla sera e 75 mg al mattino per 15 gg e poi Lyrica 150 mg*2 almeno per un mese.

Gent.mi Dottori, Via aggiornerò poi.
Nell'attesa di eventuali Vs, saluto.