Ernia cervicale c2 c3

Buongiorno,

a seguito di una rm sono state evidenziate ernie e protusioni del tratto cervicale tra C2 e C7.
Questo il referto.

Manifestazioni spondilosiche con iniziale disidratazione discale e riduzione dello spazio intersomatico C5-C6.

A livello del tratto C2 C3 si apprezza focale salienza erniaria la sede pre- foraminale sinistra con modesta compressione sulla parete anteriore del sacco durale ed ingombro della dell'aditus foraminale omolaterale.
A livello del tratto C4 C5 si apprezza iniziale focale salienza erniaria posteriore in sede mediana con lieve compressione sulla parete anteriore del sacco durale dove lambisce la corda midollare.

A livello del tratto C5-C6 si apprezza protrusione disco osteofitosica posteriore mediana e foraminale bilateralmente con compressione sulla parete anteriore del sacco durale dove contatta la corda ed ingombro di entrambi i forami di coniugazione; sempre a tale livello concomitano e manifestazioni osteocondrosiche di tipo infiammatorio (Modic I) con apparente infarcimento edematoso dello spazio intersomatico.

A livello del tratto C6-C7 si apprezza iniziale protrusione disco disco osteofitosica posteriore mediana e paramediana bilateralmente con modesto contatto sulla parete anteriore del sacco durale.
Il canale midollare presenta iniziale stenosi a livello del tratto C5-C6.


Ho 42 anni e sinceramente sono un po' preoccupata.
mi sono state consigliate per ora solo TEns e riposo, ma la situazione sembra peggiorare.
ho dolori alle spalle e alle braccia, formicolii, forti mal di testa, difficoltà a tenere le braccia alte (anche solo per asciugare i capelli).
Ho anche problemi al tratto lombare, ma sinceramente mi preoccupano molto meno, (si tratta un bulging in L2-L3, una protusione con compressione in L4-L5 e un bulging in L5-S1.
i dolori e formicolii alle gambe sono più sopportabili, e a parte una perdita di forza, resisto.


Ci sono altre terapie da fare?

prendo degli antidolorifici al bisogno, ma la sera sono distrutta.


Grazie
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
Deve tener conto che non tutto ciò che il radiologo, correttamente, descrive, ha importanza clinica.
Con ciò voglio dire che è essenziale una valutazione clinica per capire l'entità dei sintomi, capirne la congruità con quanto emerso alla RM e di conseguenza valutare se cìè l'indicazione a intervenire chirurgicamente o no.

Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti, invio cordiali saluti

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa