Neurologia

Partecipa al sondaggio
Ho solo 30 anni cosa può essere? Qualcuno che mi spieghi? Grazie scusatemi
Rilievo di multiple aree rotondeggianti, iperintense in T2 e FLAIR, localizzate nella sostanza bianca periventricolare/paracallosa e sottocorticale bilateralmente, ed ancora in sede cerebellare emisferica
destra, e temporale sottocorticale destra riferibili a gliosi
La sequenza DWI non mostra significative aree di restrizione della stessa.

Non si osservano vascolarizzazioni patologiche o aneurismi a carico dei circoli intracranici carotidei e vertebro-basilare.

Normalmente rappresentato il flusso a carico delle arterie carotidi interne, vertebrali e basilare.

Atresia del tratto al di destra
Il reperto suddescritto non è di univoca interpretazione e può essere compatibile con condizione infiammatoria della sostanza bianca
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.5k 2.3k 21
Gentile Utente,

le alterazioni riscontrate sono state interpretate come "gliosi", cioè esiti di qualcosa avvenuta in passato ma il neuroradiologo non esclude la loro origine infiammatoria.
Perché ha effettuato la RM?

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
Utente
Utente
Innanzitutto Grazie per la cordiale risposta ho effettuato la risonanza magnetica perché ho delle parestesie transitorie e qualche mal di testa forte
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.5k 2.3k 21
Le consiglio di fare vedere le immagini dell'esame ad un neurologo che Le indicherà come procedere, cioè se approfondire o meno il caso.
A mio avviso si dovrebbe procedere con una visita neurologica ed RM encefalo e midollo anche con mezzo di contrasto ma questo probabilmente lo consiglierà il collega.
Le do questi consigli al fine di escludere o meno un'eventuale origine infiammatoria.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
Utente
Utente
Grazie per la risposta in caso di infiammazione cosa potrebbe succedere? Grazie ancora cordiali saluti
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.5k 2.3k 21
Le possibilità sono diverse, potrebbe anche non succedere nulla, dipende da tanti fattori che ovviamente non è possibile stabilire in questa sede in quanto ancora è prematuro.

Dr. Antonio Ferraloro