Utente
Buongiorno,
sono un uomo di 64 anni. Ho da tempo (7 mesi) un formicolio e la sensazione sotto la pianta dei piedi come di avere continuamente la sabbia dentro alle scarpe. Inoltre un senso di fasciatura stretta sul collo del piede e minor sensibilità nella parte della gamba tra il ginocchio e la caviglia . Più recentemente ( da circa 1 mese) questi fenomeni sono aumentati e in aggiunta faccio maggiore difficoltà a camminare poichè avverto rigidità e stanchezza sempre nella parte del polpaccio ( L'effetto è tipo quello post sforzo dopo una lunga camminata in montagna senza il dovuto allenamento).
Contemporaneamente in questo ultimo mese avverto anche dolore al ginocchio sinistro soprattutto quando salgo e scendo le scale.(Il tutto è più accentuato nella gamba sinistra che destra).

Negli ultimi 3-4 giorni poi le cose stanno peggiorando tanto da non riuscire a camminare a passo un po' accelerato... (Stavo andando al lavoro a piedi ma sono dovuto tornare indietro dopo 50mt e prendere la bicicletta perchè ci avrei impiegato mezz'ora a fare 700mt a piedi!)

Sono stati eseguiti i seguenti accertamenti : eco doppler arti inferiori, radiografia piede sinistro (in quanto un mese fa era gonfiato in maniera spropositata ma non si è risaliti alla causa, in ogni caso ora il piede si sgonfiato dopo terapia antibiotica e eparina), RM lombo-sacrale, analisi del sangue, ecografia addominale, RM cervello e tronco encefalico. Tutto risulta
nella norma.
A questo punto scrivo a Voi per avere un idea in più su quale possa essere la causa di questo mio malessere dal momento che nulla è emerso. Dal medico di famiglia mi è stata consigliata una visita neurologica, fisiatrica e esami auto-immunitari.
Gli esami auto immunitari sono stati eseguiti e non è emerso nulla..
Sono in attesa di sottopormia visita neurologica.
Potrebbe però trattarsi di qualche tipo di infezione interna? Tipo mielite...o cose del genere...
Ringrazio e attendo un cortese cenno di risposta.
Distinti saluti

[#1]  
Egr. signore,
se gli esami effettuati sono negativi (ma avrei qualche dubbio sulla RM della colonna lombosacrale) bisogna eseguire ulteriori approfondimenti.
Il sintoma che Lei riferisce farebbe pensare a un problema discoartrosico lombare, ma non avendo la possibilità di visitarLa e di esaminare le immagini della RM, il mio rimane solo una pura intuizione.
Ci faccia sapere cosa Le avrà detto il neurologo.

Cordialmente

[#2] dopo  
Utente
Buonasera,
ho eseguito 2 visite da 2 neurologi diversi.
Ho fatto elettromiografia. Mi è stata diagnosticata una polineuropatia infiammatoria cronica demielinizzante... Ma non si sa quale sia stata la causa visto che anche i molti esami sulle autoimmunità erano risultati negativi.
quale può essere la cura ora?
Come si può procedere secondo voi per evitare che la malattia degeneri? Combattere la causa? Ma qual'è? Come si fa a scoprirla? quali terapie ci sono?
Io vedo solo che faccio sempre più fatica a deambulare.
Attendo un Vs cortese cenno di risposta.
Saluti

[#3]  
Buonasera,
non è possibile darLe una risposta. Se c'è il sospetto di una malattia demielinizzante bisogna approfondire le indagini e i 2 neurologi consultati dovrebbero saperLe dire quali e come agire.

Cordialmente