Utente 344XXX
Il primo è descritto come "fosfolipidi ipotalamici" mentre il secondo "fosfolipidi da corteccia cerebrale". Le indicazioni ufficiali cambiano ma ho visto che sono entrambi farmaci che spesso vengono dati come ricostituenti per forte spossatezza cronica, stress e altro. C'è differenza tra questi due farmaci o sono più o meno la stessa cosa?

[#1] dopo  
Dr. Stefano Vollaro

24% attività
4% attualità
12% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Buongiorno,
Il tricortin contiene anche vitamina B12. Le indicazioni in realtà sono più o meno le stesse, nonostante quanto scritto nei foglietti illustrativi. Rientrano entrambi nella classe degli integratori, che possono talora accelerare un processo di recupero spontaneo.
Dr. Stefano Vollaro

[#2] dopo  
Utente 344XXX

In teoria pure l'insulina è un integratore, però è un farmaco biologico a tutti gli effetti.

[#3] dopo  
Utente 344XXX

Siccome uno dei principali componenti del Liposom è la fosfatidilserina, e il Liposom contiene in totale 11 mg di fosfolipidi, mentre l'integratore di fosfatidilserina vegetale Neobros (sempre della Fidia) contiene 200 mg di fosfatidilserina per bustina, questo cosa significa? Che i fosfolipidi contenuti nel Liposom, essendo liposomi, sono veicolati meglio e più biologicamente attivi? I fosfolipidi contenuti nel Liposom hanno un'azione farmacologica diversa dai fosfolipidi che si assumono tramite gli alimenti o sintetizzati dal corpo umano? Capisco che queste sono domande le cui risposte non sono necessarie all'efficacia di una cura, ma è per capire meglio.

[#4] dopo  
Dr. Stefano Vollaro

24% attività
4% attualità
12% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
Io non considererei l'insulina un integratore, poiché il suo effetto farmacodinamico causa effetti biologici immediatamente connessi con la sua azione mediata da recettori specifici. Sia i fosfolipidi ipotalamici che quelli della corteccia cerebrale andrebbero invece a stimolare in qualche maniera il metabolismo cellulare in maniera meno diretta e/o migliorerebbero la fluidità di membrana, ma non hanno nessuno specifico effetto farmacodinamico. Teoricamente entrambi i farmaci potrebbero migliorare la plasticità neuronale o il recupero dopo una lesione assonale. Anche il miglioramento del metabolismo cellulare è una teoria, motivo per cui sono farmaci usati nella fatica cronica, peraltro con un certo beneficio.
Non credo ci sia alcuna differenza reale in termini di efficacia tra i due farmaci e teoricamente i fosfolipidi contenuti nell'uno e nell'altro dovrebbero essere omologhi a quelli umani, solo contenuti in quantità maggiore a quella che si produce quotidianamente all'interno delle cellule o che si assume con i cibi.
La fosfatidilserina è uno dei fosfolipidi di membrana, utile in particolare per alcune funzioni cellulari. Pare sia considerata da alcuni una molecola in grado di migliorare il trofismo muscolare, ma non ho nessuna esperienza diretta in merito per cui non so se funzioni davvero in tal senso o sia solo una diceria.
Dr. Stefano Vollaro

[#5] dopo  
Utente 344XXX

Non mi è chiaro se i fosfolipidi ipotalamici/diencefalici ricavati dal cervello bovino, contenuti nel Liposom, agiscono su tutto il cervello o hanno come bersaglio specifico l'ipotalamo/diencefalo umano.

Stessa cosa per il Tricortin, se agisce su tutto il cervello, oppure solo sulla corteccia cerebrale, trattandosi di fosfolipidi da corteccia cerebrale, suina mi pare, come specificato nel foglietto illustrativo.