Utente 294XXX
Salve, fin da piccolo ho avuto tic sia motori che fonatori ma tra visite presso psichiatri e psicologi, non sono mai riusciti a capire il perchè facevo così, infatti chi diceva che il mio era solo un vizio, chi invece diceva che lo facevo per attirare l'attenzione e chi invece addirittura mi aveva diagnosticato una malattia psichiatrica, infatti proprio da quest'ultima diagnosi sono iniziati i miei veri problemi perchè i medici con questa diagnosi sbagliata, mi davano psicofarmaci che non facevano nulla a parta quello di farmi stare come uno zombie, infatti ero sempre passivo e assonnato.
La diagnosi di Sindrome di Tourette Plus mi è stata fatta appena a 40 anni compiuti dopo che i sintomi sono diventati ancora più spiccati, infatti oltre ai tic fonatori e motori, ora verbalizzo delle vere e proprie frasi e spesso anche parole e gesti osceni, questa è stata la cosa che mi ha prima spinto da uno psichiatra e questo mi ha diagnosticato la schizzofrenia e voleva pure ricoverarmi in una struttura psichiatrica poi non contento della diagnosi, mi sono rivolto da un neurologo che mi ha diagnosticato appunto la Sindrome di Tourette Plus con DOC, stati d'ansia e attacchi di panico e a questa diagnosi ancora altri farmaci neurolettici come Aripiprazolo, Orap e Fevarin, questi maledetti farmaci hanno creato in me dei forti scompensi ormonali, infatti ora ho il seno ingrossato, mi fanno male i capezzoli che di tanto in tanto fuoriesce anche una sostanza biancastra.
Il mio medico di base ora mi vuole sottopomi a una mammografia, provate ad immaginare che imbarazzo stare in un reparto per soli donne, tornato alla visita di controllo presso il neurologo gli ho fatto presente che i farmaci che mi aveva dato non mi hanno fatto niente a parte crearmi questo forte scompenso ormonale e farmi sentire come uno zombie, infatti il medico ha deciso di interrompere sia Aripiprazolo che Orap ma di continuare a prendere Fevarin ma anche lui mi ha detto che è meglio che vengo ricoverato in una struttura di Milano per essere curato perchè mi aveva detto che ho la Sindrome di Tourette Plus refractory.
La domanda è: Curare che cosa? Io so che non si guarisce da una sindrome, altrimenti sarebbero state curate pure le persone affette dalla Sindrome di Down o di altre tipologie di Sindrome, non vi sembra che i medici mi stanno solo usando come topo da laboratorio?
Fatto sta che ora non mi fido più dei medici e ho interrotto di mia spontanea volontà tutti i tipi di farmaci che mi hanno sempre dato per tutti questi anni e che mi facevano solo stare male, infatti ora a parte sempre i soliti tic che mi accompagnano, vivo bene, sono una persona attiva e molto creativa.
Voi che ne pensate?
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Capisco bene le sue perplessità. I sintomi che lei riferisce rimandano alla Sindrome di Gilles de la Tourette, la quale spesso si accompagna ad ansia e/o fenomeni compulsivi ("Sindrome di Tourette Plus").
I farmaci che le hanno prescritto sono indicati per la riduzione o il controllo dei fenomeni ticcosi, ma possono dare effetti collaterali sia extrapiramidali (rallentamento psicomotorio), sia, alcuni di questi, ormonali (aumento della prolattina, da cui la sua ginecomastia).
Immagino che il ricovero le sia stato proposto per tentare la terapia con la clonidina, che non dà quegli effetti collaterali ma può provocare ipotensione.
Resta il principio fondamentale che è lei che deve valutare i pro e i contro di una cura, e che , se la patologia le consente una vita accettabile, può anche farne a meno.
Immagino che avrà letto le bellissime descrizioni che si trovano sui libri di Olivers Sacks. Le persone con questo disturbo sono più numerose di quanto si pensi, e molte sono iperdotate.
Auguri.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 294XXX

Grazie per la risposta Dottore, infatti dopo quanti tentativi hanno fatto di "normalizzarmi" non hanno fatto altro che peggiorare il mio stato psicofisico oltre che facendomi anche sentire malato e quindi distruggere la mia autostima, attualmente il mio unico problema non sono tanto i tic che faccio, ma è la gente che mi osserva, mi deride o peggio ancora si mettono a fare i video con il loro cellulare.

Penso che la vera cura non ci vuole a chi come me ha la Sindrome di Tourette, ma ci vuole alla società.

Cordiali saluti.