Utente 353XXX
Buon giorno, sono Domenico il papà di un bambino di 6 anni, dall'età di 3 anni circa abbiamo scoperto con mia moglie che nostro figlio aveva dei movimenti del tronco superiore del corpo, dopo un primo consulto e successivo ricovero presso la NPI ci è stato diagnosticato EPILESSIA MIOCLONICA e la RM encefalo "Lesione Talamica Destra" da nnd, in quanto il bambino non ha mai avuto nessun trauma importante da poter causare questa lesione, idem non possiamo pensare che questa lesione possa essere causata da una sofferenza Post- Partum in quanto il travaglio è durato solo un'ora, per tanto la NPI ha trattato il piccolo Giuseppe con cortisone deltacortene 25 perchè pensavano potessere causato da un infezzione. Dopo un anno abbiamo ripetuto la RM la lesione c'era ma passiva pertanto per loro era una cicatrice, e che questa non era la causa di queste mioclonie ma è stata riscontrata la presenza di una cisti pineale. Durante questo periodo sono state effettuati alcuni EEG del capo, dove all'inizio indicava molti movimenti anomali con la terapia abbiamo corretto questi movimenti per circa 1 anno e mezzo, ultimamente questi movimenti sono tornati ma lievi, la NPI ha corretto periodicamente la terapia con il dosaggio e stao in cura con Depakin sol fino a circa 5 anni, ora Depakine Crono 300 1mattina e 1 e 1/2 sera.
Fino ad oggi abbiamo avuto dei risultati diciamo soddisfacenti in quanto nell'arco di questo tempo siamo riusciti a controllare i miocloni, Giuseppe ha iniziato la scuola a 5 anni e mezzo in quanto e di febbraio del 2008,dopo aver completato i tre anni di scuola dell'infanzia. Durante questo anno scolastico ci comunicavano tempestivamente che Giuseppe era molto irrequieto e non riusciva a scolarizzarsi era pericoloso per se e per gli altri, in quanto non era mai fermo questo fino alla fine dell'anno scolastico. Quest'anno a seguito di questo comportamento abbiamo chiesto ed ottenuto un nuovo controllo presso la NPI e dove abbiamo effettuato nuovamente la RM dell'encefalo, con i seguenti risultati tutti nella norma Neurologico, Pschiatrico con tendenza all'iperattività, obiettività generale, esami ematochimici eccetto la sideremia 46 ug/dl; TSH 4,81; FT3 5,69; dosaggio acido valproico 64/91, EEG ( Traccaito con anomalie epilettiformi evidenti in sonno leggero, diffuse e prevalenti in sede fronto-centrale di sinistra), RM sempre la presenza di questa lesione e di cisti pineale, ma in aggiunta una presenza assai tenue incremento di segnale della sostanza bianca periventricolare posteriore bilaterale, a carattere aspecifico( Probabile aree di incompleta mielinizzazione) nel cui contesto si rileva qualche minuscola focalità similglotica. Ridotta ventilazione mastoidea sinistra ed aspetto ipertrofico del tessuto epifaingeo.

[#1] dopo  
Dr. Rosamaria Bruni

24% attività
8% attualità
16% socialità
ANDORRA (AD)
SPAGNA (ES)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2013
Gentile papa' Domenico


Quale e' la domanda? o meglio dire cosa vorrebbe che io le spiegassi?
Ha qualche dubbio sulla epilessia dis uo figlio? la diagnosi? il seguimento?

la prognosi??
o semplicemente avere un altro parere clinico?
Dr.ssa RosaMaria Bruni
Neuropsichiatra Infantile

[#2] dopo  
Utente 353XXX

Effettivamente la domanda non ve lo posta,io volevo semplicemente sapere se l'epilessia e la lesione al talamo possono essere legate? se la ciste alla pineale può crescere e se si, con quali conseguenze? E se mi potete spiegare cosa significa un incremento della sostanza bianca con probabile area incompleta mielinizzazione? Tengo a precisare che ho un nipote di 20 anni affetto da sclerosi multipla (figlio di mia sorella). Si può condurre una vita normale con tutti questi piccoli problemi? In attesa di vostra risposta vi ringrazio di cuore

[#3] dopo  
Dr. Rosamaria Bruni

24% attività
8% attualità
16% socialità
ANDORRA (AD)
SPAGNA (ES)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2013


Gentile papa'

L' epilessia e lesione talamica possono essere correlate.
per questo e' imporante la clinica neurologica della crisi ovverosia quali manifestazioni ha il bambino.e sopratutto come risponde alla terapia farmacologica.

La cisti pineale in genere e' una lesione asistomatica.

L' incremento dis sostanza bianca , si relaziona alla presenza di aree atipiche,
dovute a possibile -ipoxia , o /calcificazione/o incompleta mielinizazione , ovverosia manca lo strato di mielina .

Clinicamente potrebbero essere delle zone silenti o , essere possibili focolai di alterazione della trasmissione. nervosa

Sara' importante il controllo regolare di Giuseppe per le difficolta' delle funzioni esecutive, come , attenzione, concentrazione, memoria a largo e breve termine, ragionamente astrattivo e concettuale, ma sopratutto turbe del comportamento., visto la positivita' dell eeg con crisi frontali.

In caso sarebbe il caso di contemplare a parte il depakine , un neurolettico se il vostro psichiatra infantile di referenza lo considera opportuno.

Spero di esserle stata di aiuto

cordiali saluti
Dr.ssa RosaMaria Bruni
Neuropsichiatra Infantile