Utente 405XXX
Salve, mio figlio ha quasi sette anni e da quasi un anno ha cominciato ad avere dei tic di vario tipo (prima colpi di tosse, poi grugniti, poi movimenti addominali) e dopo vari consulti ci è stata anche prospettata la possibilità che fosse affetto da pandas (durante un ciclo di antibiotico somministrato per altri motivi il tic era quasi scomparso per poi ricomparire). Al momento stiamo semplicemente monitorando i suoi comportamenti, ma il mio dubbio più grande ad oggi è il seguente: dovrebbe a breve fare i richiami dei vaccini esavalente e mpr, pertanto volevo sapere se questi potrebbero in qualche modo peggiorare la situazione o scatenare altri eventi ticcosi. Conviene aspettare (anche se siamo al limite di età per i richiami)? Vi ringrazio, un saluto

[#1] dopo  
Dr. Adelia Lucattini

36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2015


P.A.N.D.A.S è l’acronimo di “Pediatric Autoimmune Neuropsychiatric Disorder associated with A Streptococci”, ovvero: “disordine pediatrico autoimmune associato allo streptococco beta-emolitico di gruppo A”. Questa sigla è stata coniata nel 1998 dalla Dr.ssa S. E. Swedo e coll. in Am J Psychiatry. 1998 Feb;155(2):264-71.

La P.A.N.D.A.S è una malattia “pediatrica” che insorge dai 3 anni all’età prepubere, con un picco massimo intorno ai 5-7 anni, ma alcuni sintomi sarebbero osservabili, ad un occhio esperto, già dai 24 mesi.
E’ una malattia rara non riconosciuta, scientificamente controversa:
“I primi casi di PANDAS (disordini autoimmuni pediatrici neuropsichiatrici associati alle infezioni da streptococco) sono state descritte più di 15 anni fa (1998, Da quel momento, la letteratura si è divisa tra studi che dimostrano con successo un rapporto eziologico tra streptococco di gruppo A (GAS), infezioni e ad esordio infantile e disturbo ossessivo-compulsivo (DOC), e studi che non riescono a trovare tale associazione. Una possibile spiegazione per questi risultati così contrastanti è che i criteri diagnostici proposti per la PANDAS non sono sufficientemente specifici per descrivere un gruppo unico e omogeneo di pazienti.” (Fonte: Pandas Italia).

Per i vaccini è importante che vi rivolgiate al vostro pediatra e a centri pediatrici specializzati che si trovano a seconda delle Regioni sia a livello territoriale che ospedaliero.

Dr. Adelia Lucattini.
Psichiatra Psicoterapeuta.
Psicoanalista Ordinario SPI-IPA.Esperta in bambini e adolescenti.Depressione-Disturbi dell'umore.

[#2] dopo  
Utente 405XXX

Gentile dott.ssa, innanzitutto la ringrazio per la risposta, sicuramente contatterò la mia pediatra, ho posto qui il mio dubbio per avere un ulteriore parere da persone esperte; so che tale patologia ha molti pareri controversi, ma volevo sapere se, in casi in cui tale patologia sia stata conclamata, l'effettuare un richiamo dei vaccini mpr ed esavalente fosse ininfluente o meno.
Grazie, un saluto