Utente 234XXX
buongiorno, sono una donna di 60 anni che lavora. circa 10 anni fa ho avuto il primo attacco di panico così diagnosticatomi da una specialista. da allora assumo 30 mg. di paroxetina al dì e quando arrivano questi attacchi prendo lo xanax, mi rintano a letto x 1 o 2 giorni assumendo sempre lo xanax finché non mi riprendo. io però non mi ritrovo con i sintomi degli attacchi di panico che vado leggendo . provo a spiegarmi : l'inizio è sempre la nausea e scarica diarrotica. poi non capisco più nulla, mi sento fuori da tutto e da tutti,piango,non riesco a parlare e ripeto solo che sto malissimo. Fuggo letteralmente nel mio letto, mi rannicchio chiedendo aiuto aiuto aiuto. bevo lo xanax da 0,50 che mi fa dormire. dopo 3/4 ore mi sveglio e sto ancora male, prendo altro xanax, mi riaddormento, e così via finché non passa tutto. la situazione solitamente dura x 2 giorni. poi riprendo la mia vita normale. io però non provo paura di morire o di altre malattie e/fobie. anzi sto talmente male che a volte chiedo di morire. secondo il vs. parere si tratta sempre di attacchi di panico? grazie x la risposta che vorrete fornirmi.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Il suo psichiatra qualifica questi fenomeni come ? Da 10 anni c'è questo decorso nonostante la stessa terapia ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 234XXX

sì esatto. e con la terapia che ho indicato. gli attacchi su manifestano 2 /3 volte l'anno ma sono terribili!

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Il suo medico comunque li ha classificati come tali, cioè non ritiene siano fenomeni di tipo diverso. Mentre invece Lei non li identifica come i "suoi" attacchi di panico, che con la cura presumo si siano ridotti o siano scomparsi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 234XXX

grazie