Utente 473XXX
Buongiorno, l’anno prossimo mia figlia, che non ha frequentato l’asilo, inizierà la prima elementare. Di due scuole fra cui possiamo iscriverla (entrambe buone) una prevede orari e giorni di frequenza che consentirebbero alla bambina di avere tempo libero pomeridiano per praticare attività e stare anche un po’ col fratello e con sopratutto il papà (che fa un lavoro con orari e giorni che non gli consentirebbero altrimenti di stare con lei per molto tempo) La nostra scelta ricadrebbe quindi su questa scuola. Oggi abbiamo scoperto che molto probabilmente i compagni saranno tutti maschi. La bambina non ha problemi a rapportarsi con bambini di entrambi i sessi ma la mia preoccupazione è che il non avere e non allacciare rapporti stretti con coetanee femmine possa essere dannoso per la sua crescita psichica. Non conosco le dinamiche di gruppo di bambini maschi, ma ho la preoccupazione che non avere un’amichetta, non poter condividere le proprie “passioni prettamente femminili” possa toglierle la capacità in futuro di relazionarsi con le femmine. Io non avrei avuto problemi alla sua età ma a lei piacciono molto le cose “femminili”. Ho paura della possibilità dell’esclusione dal gruppo di amici, e in futuro delle normali prese in giro dei maschietti che però dovrebbe affrontare da sola. Penso anche al momento in cui si svilupperà, e mi chiedo se non sia dannoso il non confrontarsi con altre bambine. Mi chiedo con chi potrà confidarsi per i primi “amori” insomma tutto ciò che è normale per una bambina della sua età. Ovviamente le mie preoccupazioni sono sulla mancanza di un legame solido e continuativo che solo l’esperienza Scolastica può dare.
Per dare il quadro completo, aggiungo che l’altra scuola quasi azzererebbe il rapporto padre/figlia e limiterebbe quello coi nonni(anche loro ahimè ancora lavoratori).
Ringrazio anticipatamente chi mi vorrà rispondere.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Ronzani

28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MORLUPO (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile Signora, è da considerare che probabilmente la scuola farà ogni sforzo per fare in modo che la classe non rimanga composta di soli bambini maschi. In secondo luogo, i legami familiari sono molto più importanti dei legami con i coetanei, pertanto, dovendo scegliere, è opportuno dare precedenza alla possibilità di ben frequentare genitori e nonni. I bambini, se adeguatamente seguiti, in genere, possono trovare legami di amicizia anche in altri contesti, quali quello sportivo o ricreativo.
Cordiali Saluti

dr Giovanni Ronzani

[#2] dopo  
Utente 473XXX

Grazie mille per il tempo che mi ha dedicato, è stato molto gentile! La sua risposta ci aiuterà a prendere la decisione con minori sensi di colpa e più tranquillità. Grazie ancora, buona giornata e buone feste!