Utente 510XXX
Invio anamnesi di mia figlia

nata il 26/02/2002

Anni 16

Peso 58 kg Altezza 1,60 m

PREMESSA
All’età di 4 anni ha avuto una crisi convulsiva in presenza di febbre caratterizzata da deviazione dello sguardo a dx, clonie degli arti superiori (risveglio il mattino successivo con arti ancora bloccati).

Ricovero di 7 giorni per accertamenti.

Dimissioni senza alcuna terapia e successivi controlli con EEG fino ad un anno di distanza.

Successiva valutazione all’età di 9 anni per episodi parossistici caratterizzati da dispercezioni visive. Risoluzione spontanea.

SINTOMATOLOGIA ATTUALE
Da circa 2 anni racconta che (e che questi episodi accadono da circa 1 anno e mezzo) ha degli episodi così descritti:
sensazione epigastrica ascendente, sensazione di parestesie alle mani, sensazione di freddo agli arti inferiori, chiusura occhi, difficoltà a parlare e respirare, il tutto per circa 15/20 secondi.
Tornata nell’ambulatorio di neuropsichiatria infantile vengono eseguiti i seguenti esami:

- N. 4 EEG (risultati non rilevanti)

- Analisi ematologiche (tutto nella norma)

- Visita oculistica (tutto nella norma)

- Ecografia ovaie x amenorrea secondaria (tutto nella norma)

- RM encefalo con valutazione neurologica (tutto nella norma)

- Visita cardiologica + ECG (tutto nella norma)

- Visita psicologica (tutto nella norma)

Il 19 agosto 2017 per la persistenza della sintomatologia viene prescritta terapia con FRISIUM 10 mg (1 cp alla sera)
Nonostante la terapia questi episodi continuano a manifestarsi, così si decide di fare delle sedute psicologiche.
Ad oggi la ragazza denuncia episodi di assenza.
Vorrei sapere cosa ne pensate e un consiglio per un centro di neuropsichiatra che sappia darmi una risposta.
PS: Siamo nelle Marche, ma sono disposta ad andare ovunque (basta che mi risolvano il problema)
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Visto che nessun collega della neuropsichiatria infantile ha finora risposto, intervengo io, anche perchè a 16 anni sua figlia va curata come una adulta.
Non vi è dubbio che gli accessi da lei così ben descritti siano di natura epilettica. Non capisco il perchè delle sedute psicologiche (a meno che non vi siano altri problemi) e soprattutto non capisco perchè si stia aspettando ad inserire un trattamento farmacologico serio.
Può trovare un indirizzo in https://www.lice.it/LICE_ita/centri/RicercaCentri.php?IDReg=7
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 510XXX

Grazie dottore per la risposta.
Cercherò un centro più serio per mia figlia.