Utente 672XXX
Buonasera, sono una ragazza di 27 anni e da 10 mesi prendo la pillola anticoncezionale Yaz per ovaio multifollicolare. Facendo le varie analisi del dosaggio ormonale il ginecologo ha notato che il valore della prolattina era abbastanza elevato(83,4 ng/ml)e quindi sotto sua richiesta ho prenotato una risonanza magnetica alla sella turcica dello sfenoide con mezzo di contrasto. Purtroppo i tempi di attesa sono stati abbastanza lunghi e solo ora ho potuto effettuarla.
L'esito è il seguente:
"Esame eseguito prima e dopo mdc, mediante scansioni coronali e sagittali a spessore sottile.
Ipofisi aumentata di volume per iperplasia adenomatosa, a struttura omogenea sia prima che dopo mdc.
Il profilo ghiandolare superiore, convesso, non giunge a contatto con il chiasma ottico; peduncolo in asse.
Si consiglia follow-up dopo terapia medica".
Potrebbe darmi delle delucidazioni? Purtroppo il mio ginecologo è fuori sede e tornerà fra non meno di una settimana...sono un pò in ansia per il significato dell'esito! Spero di ricevere presto una Sua risposta, la ringrazio!
Buonasera.

[#1] dopo  
2114

Cancellato nel 2014
Gentile Utente,
non capisco perchè sia stato usato il termine "iperplasia adenomatosa": o c'è un adenoma o non c'è..e il referto non è chiaro su questo. Inoltre l'iperprolattinemia, qualora di origine ipofisaria, è dovuta in genere a "microadenomi", che hanno caratteristiche ben precise sulla risonanza ovvero appaiono come lesioni focali, faccia conto come dei piccoli noduli all'interno dell'ipofisi.
Alla sua giovane età è normale avere una ghiandola ipofisaria "convessa" e trofica...il più delle volte vuol dire che è una ghiandola in salute! Tuttavia è necessario osservare in ogni singolo caso le caratteristiche morfologiche, il tipo di "enhancement" (cioè come prende il mezzo di contrasto), i rapporti con le strutture vicine, ecc. Senza vedere le immagini è impossibile dirle se la ghiandola è completamente normale.
Il mio consiglio è di far vedere la risonanza ad un neuroradiologo esperto che ne discuta col suo ginecologo.
Cari saluti
Dott. Alessandro Pedicelli
Specialista in Radiologia
Neuroradiologia, Radiologia e Neuroradiologia Interventistica
www.vertebroplastica.it

[#2] dopo  
Utente 672XXX

La ringrazio per la risposta, in effetti non ho capito neanch'io cosa voglia dire il referto...io l'ho riportato tale e quale comunque! Mi è stato dato il cd con la risonanza ma non c'è alcun modo per farglielo vedere, è corretto? Vuol dire che seguirò il suo consiglio ed interpellerò un esperto. Grazie ancora!