Utente 150XXX
mia madre di 75 anni gli e stata riscontrata una frattura della vertebra.le riscrivo il referto della risonanza magnetica:
MARCATI E DIFFFUSI SPONDILOSICICO ARTROSI INTERAPOFISARIA PIU EVIDENTE ALIVELLO L5_S1.RIDUZIONE IN ALTEZZA DEL SOMA L1CON AVVALLAMENTO DELLA LIMITANTE SOMATICA DISTALE E DEFORMAZIONE ACUNEO ANTERIORE DELLO STESSO;IL QUADRO E COMPATIBILE CON VEROSIMILE CROLLO SU BASE DEGENERATIVA.IL MURO POSTERIORE RISULTA IN ASSE.A LILIVELLO L1-L2CONCOMITA MINIMA PROTRUSIONE DISCLE MEDIO LATERALEDX,CON PARZIALEIMPEGNO INTRAFORAMINALE.ALIVELLO L4 L5 ED L5 S1 E PRESENTE MINIMA PROTRUSIONE DISCALE MEDIANA.IL CANALE VERTEBRALEAPPARE DI REGOLARI DIMENSIONI.
come puo capire ci capisco ben poco.il dottore le ha detto che c erano due strade
1)il busto
2)la vertebroplastica
mia madre ha sceltoil busto che dovra portare per 6 mesi.
in piu per i primi 10 giorni 3 volte al di 3 pastiglie di co-efferalgun.
mia madre il dolore nell arco della giornata ce l ha lo stesso
in piu stando la maggior parte del tempo al letto nn va facilmente al bagno.
la mia domanda e quando passera il dolore amia madre?
cosa e la vertebroplastica e che controindicazioni porta?
tra quanto mia madre potra avere benefici col busto?
ringrazio anticipatamente4

[#1] dopo  
2114

Cancellato nel 2014
Gentile Utente,
la vertebroplastica è indicata per fratture vertebrali sintomatiche (cioè che danno dolore) e consiste in un'iniezione di "cemento" biocompatibile all'interno del corpo vertebrale fratturato sotto la guida dei raggi X per mezzo di un ago particolare, in anestesia locale.
Per approfondire l'argomento le consiglio il MinForma sulla vertebroplastica al seguente link: https://www.medicitalia.it/minforma/Radiologia-interventistica/643/Vertebroplastica-percutanea-il-trattamento-mini-invasivo-delle-fratture-vertebrali

Nel caso di sua madre le cause di dolore possono essere molteplici (artrosi, protrusioni discali e frattura vertebrale) ma non è chiaro dalla risonanza se questa frattura sia acuta. Infatti, in genere, solo le fratture acute o "complicate" (che presentano per esempio delle fissurazioni con liquido o gas all'interno) sono causa di dolore. Una frattura "matura" (vecchia, consolidata) è improbabile che sia causa di dolore.
Senza vedere le immagini è impossibile dirle se la frattura sia acuta o meno, visto che non è chiaro nel referto.
Da una visita specialistica (ortopedica o neurochirurgica) e da una attenta valutazione della risonanza magnetica (da parte di un neuroradiologo o radiologo interventista che si occupa di vertebroplastica) può essere stabilito se c'è indicazione alla vertebroplastica o meno o, in alternativa se sua madre non vuole essere trattata, al busto.
Per rispondere quindi alle sue domande: i benefici si ottengono solo se le indicazioni sono corrette e se i dolori derivano dalla frattura vertebrale, con il busto in genere in 3-4 mesi, con la vertebroplastica in 24 ore o al massimo 1 settimana.
Cari saluti
Dott. Alessandro Pedicelli
Specialista in Radiologia
Neuroradiologia, Radiologia e Neuroradiologia Interventistica
www.vertebroplastica.it