Per il prof. marino

Buongiorno,
La ringrazio molto per la risposta che mi ha dato sulla correzione delle aberrazioni con un trattamento laser a guida aberrometrica, che ho letto con molto interesse e che è incoraggiante.
La prego di scusarmi se riscrivo, ma non mi è ben chiara una cosa, cioè per quello che mi pare di avere capito i trattamenti laser a guida aberrometrica e le maschere fotoablative danno ottimi risultati e eliminano le aberrazioni, ma su cornee normali, mentre su cornee trapiantate sicuramente le migliorano, ma non le eliminano completamente o quasi.
Non è così?
Se fosse così è possibile che in un prossimo futuro, grazie alla continua evoluzioni dei laser, si possa arrivare a eliminarle completamente o quasi anche su queste cornee?
Tra l'altro poi mi pare di avere capito che intervenendo col laser su cornee trapiantate è molto difficile ottenere zone ottiche abbastanza estese, e anche questo è molto importante per la correzione delle aberrazioni, si potrebbe comunque in un prossimo futuro, sempre grazie all'evoluzione dei laser e più in generale della chirurgia refrattiva, risolvere anche questo tipo di problema?
In sintesi chiedo sepotrebbe essere possibile in un futuro non lontanissimo, e quindi con possibilità concrete per chi nasce e vive oggi, arrivare a trattare anche questi occhi più o meno come quelli normali, e che quindi il laser possa avere anche qui gli stessi obiettivi o quasi.
Sapere se questo verrà ad essere possibile è una cosa che mi interessa molto.
La prego di scusarmi, ma ho molti dubbi che spero proprio di poter chiarire.

Grazie
[#1]
Dr. Luigi Marino Oculista, Medico legale 17k 571 396
buonasera
avere pazienti o utenti di medicitalia come Lei e' una gioia...
e' davvero molto serio e preparato...
sue domande
1...mentre su cornee trapiantate sicuramente le migliorano, ma non le eliminano completamente o quasi.
Non è così?
risposta
direi che dopo una cheratoplastica lamellare o profonda le cose cambiano un pochino...
sono superfici ottiche giustapposte....
non nascono cosi...

2
Se fosse così è possibile che in un prossimo futuro, grazie alla continua evoluzioni dei laser, si possa arrivare a eliminarle completamente o quasi anche su queste cornee?
risposta
ne sono certo
anche perche' miglioreranno le tecniche di trapianto

3
Tra l'altro poi mi pare di avere capito che intervenendo col laser su cornee trapiantate è molto difficile ottenere zone ottiche abbastanza estese, e anche questo è molto importante per la correzione delle aberrazioni, si potrebbe comunque in un prossimo futuro, sempre grazie all'evoluzione dei laser e più in generale della chirurgia refrattiva, risolvere anche questo tipo di problema?
risposta
aree estese e' difficile
c'e il limite della sutura...
sono certo che le cose cambieranno ed in meglio
molto meglio
In sintesi chiedo sepotrebbe essere possibile in un futuro non lontanissimo, e quindi con possibilità concrete per chi nasce e vive oggi, arrivare a trattare anche questi occhi più o meno come quelli normali, e che quindi il laser possa avere anche qui gli stessi obiettivi o quasi.
Sapere se questo verrà ad essere possibile è una cosa che mi interessa molto.

LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 / 02 58395516

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa