Utente 201XXX
Gentilissimi,
scrivo per avere un parere sulla seguente situazione: a mia madre (69 anni) è stato riscontrato, dopo l’esame del fondo oculare a febbraio 2011, un edema trazionale maculare all’occhio dx.
I primi sintomi (inizialmente una sola sensazione di trazione, cui se è aggiunta successivamente la sensazione come di sabbia nell’occhio al risveglio e - a volte - la visione come macchiata) sono comparsi approssimativamente fra novembre e dicembre 2010. E, in effetti, nel precedente esame del fondo oculare del febbraio 2010 non risultava nulla. Quindi si è passati ad un OCT nel quale è risultata la patologia di cui sopra (poi definita pucker maculare , ma non ho inteso se come sinonimo o ulteriore approfondimento della diagnosi).
Dopo un’approfondita ricerca in internet (e nelle risposte già pubblicate in questo forum) mi pare di aver compreso che l’unica soluzione sia l’intervento chirurgico. Ora, mia madre vive in Calabria ma lo stesso oculista le ha “caldeggiato” vivamente di cercare al di fuori di questa regione una struttura specializzata in questo tipo di intervento. Le mie domande sono:
• fra Monza (Osp. S.Gerardo), Varese (Osp di Circolo), Napoli (?) - luoghi nelle cui vicinanze potremmo contare su un punto d’appoggio - quali potrebbero essere le strutture più indicate per questo tipo d’intervento?
• è eventualmente possibile che esista qualcosa di ugualmente valido (intendo ovviamente riferimenti d’eccellenza) in Calabria?
• infine, vista la delicatezza dell’intervento e la relativamente lieve gravità dei sintomi, può essere il caso di attendere prima di pensare realmente all’operazione?
Ringrazio anticipatamente chi potrà rispondermi.
Alessio

[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Alessio,
solitamente si interviene se la diminuzione visiva è progressiva e si presenta minore di 5/10.
Ci sono ottimi chirurghi vitreoretinici a Monza, Varese e Napoli.
In Calabria non saprei chi indicarle.

Cordiali saluti
Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com