Utente 287XXX
Gentili Dottori,
sono una ragazza di 20 anni. Vi scrivo perché questa mattina mi sono svegliata con la palpebra superiore dell'occhio sinistro molto gonfia, faticavo ad aprire l'occhio, mentre la vista non era compromessa. Non ho notato punture di insetto, né arrossamenti, né liquidi. Era tutto normale, soltanto gonfio e indolenzito. Il gonfiore si concentra un po' di più nella zona vicino al naso (vicino al dotto lacrimale, per intenderci) e sulla rima superiore.
Ho pensato a una puntura di insetto ma non vedo puntini, è possibile?
Devo dire che mi sono addormentata su due cuscini, quando di solito io dormo senza. So di aver "schiacciato" l'occhio dormendo perché la prima cosa che ho notato da sveglia è la sensazione di pressione. Può essere quella la causa? Possibili rimedi? Ho effettuato impacchi con acqua tiepida ma non so a quanto servano. Non so se può esservi utile sapere che in genere la zona delle palpebre è molto molto secca.
Vi ringrazio anticipatamente
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Daniele Di Clemente

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Cara sig.na,
la patologia non mi sembra preoccupante.
Io consiglierei, per facilitare il processo di riduzione di tale gonfiore, delle gocce di Belladonna Homaccord, sublinguali, a digiuno.
In caso di persistenza o di recidive è consigliabile un consulto oftalmologico d visu.
Cordiali saluti.
DDC
Dr. DANIELE DI CLEMENTE

[#2] dopo  
Utente 287XXX

Gentille Dr. Di Clemente,
la ringrazio per avermi risposto. Le scrivo per aggiornarla e dirle che, alla fine, il gonfiore si è rivelato essere conseguenza di non una ma due punture di zanzara: non appena il gonfiore si è attenuato, infatti, sono apparse le due puntine rosse, le punture. Nel giro di due giorni è scomparso completamente, anche se le puntine persistono.
In ogni caso, grazie per il suo consulto!

Cordiali Saluti