Utente 159XXX
Gentilissimi medici, avevo bisogno di chiarimenti sulla formazione di un calazio alla palpebra inferiore. La mia domanda è questa, è possibile che tale infiammazione sia dovuta da un trasferimento, tramite mano al bordo dell'occhio, di cellule infettate di clamidia? O questa possibilità non può in alcun modo dare esito ad un calazio?

Grazie infinite per le risposte

[#1] dopo  
Dr. Daniele Di Clemente

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
La domanda è posta in modo inaspettato, ma interessante.
Ritengo che ogni tipo di infezione oculare, ivi compresa quella da Chlamidya, possa, potenzialmente, rappresentare un fattore concausale per lo sviluppo, successivo, di altra infezione oculare.
Essa cioè, pur non rapprtesentando, per quanto mi è dato sapere, un fattore diretto nella eziopatogenesi del calazio, potrebbe determinare una chemosi del bordo palpebrale , con successiva iperemia e congestione delle ghiandole di Meibomio e delle ghiandole lacrimali accessorie, tale da rendere più facile la loro congestione, prodromo di una infezione batterica , di una occlusione duttale e quindi, in ultima analisi , dello sviluppo di un calazio.
In medicina tutto è possibile....
Cordialità
DDC
Dr. DANIELE DI CLEMENTE