Utente 326XXX
Salve!sono una ragazza di 26 anni e da circa 10 giorni ho un perenne tremolio sotto un occhio....non si ferma mai,addirittura spesso smetto di notarlo ma guardandomi allo specchio mi accorgo che persiste,la sensazione e quella di avere dei piccoli spasmi involontari....che non mi abbandonano neanche la notte in quanto al risveglio posso subito notare nel sottopalpebra il movimento involontario che si estende sotto tutta la lunghezza dell'occhio,con la conseguente sensazione di non aver riposato e di essere stanca stanca e stanca.Premetto che bevo poco ed in passato mi è stato spiegato essere questo il motivo delle"mosche" che vedevo,premetto anche che lavoro 10 ore al giorno con i bambini e sono pendolare....un po'di stress c'è!ho riportato in seguito ad un incidente dei danni alla cervicale quindi spesso sono bloccata con collo e schiena e avverto dei piccoli scatti a seconda dei movimenti in quella zona nonostante i massaggi del fisioterapista....può essere dovuto alla cervicale il tremolio all'occhio?oppure allo stress?sono molto preoccupata in quanto dura da molto....può durare così tanto?comincio a sentire l'occhio bruciare e il collirio alla malva consigliato dal farmacista sembra peggiorare le cose.ringrazio in anticipo per l'attenzione dedicata.

[#1]  
Dr. Paolo Landolfo

20% attività
0% attualità
0% socialità
BACOLI (NA)
NAPOLI (NA)
CASORIA (NA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2013
Di solito queste manifestazioni sono semplicemente FASCICOLAZIONI MUSCOLARI dei muscoli orbicolari palpebrali e si verificano proprio in caso di accumulo eccessivo di stress e fatica in generale. Possono anche presentarsi a carico di muscoli più grandi come ad es. quelli degli arti superiori ed inferiori( tricipiti e quadricipiti); molti studi di carattere neurologico sono stati fatti e si è riscontrata una influenza notevole (come nelle cefalee) nell' incremento e nella esacerbazione dei sintomi con l'abuso di caffè e cioccolata...
Devi cercare di riorganizzare le tue giornate lavorative concedendoti un po' più di pause e se i sintomi persistono di notte, la sera, prima di andare a letto, prova a farti un po' di camomilla o qualche infuso di erbe...
Per quanto riguarda la tua cervicale il bruciore che avverti o lo 'strano' collirio che ingiustificatamente usi, non mi risulta che possano mai essere collegati alle fascicolazioni!
Sono sintomi assolutamente benigni (anche se assolutamente fastidiosi a volte) e il mio consiglio per farli scomparire è di non pensarci più: il tuo cervello è capace di riattivare con la suggestione la cascata di eventi che portano alla ricomparsa del sintomo stesso.
Rilassati, pensa più a te, non assumere farmaci inutili e dedicati magari ad un hobby o ad uno sport...
Dr. PAOLO LANDOLFO

[#2] dopo  
Utente 326XXX

Grazie per la risposta,e'stato molto gentile a spiegarmi l 'entità del problema....cercherò di moderare le mie attività lavorative e di svagarmi di più!

[#3]  
Dr. Vincenzo Isola

20% attività
0% attualità
0% socialità
MELEGNANO (MI)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012

Ho letto la sua storia clinica, e i sintomi che lei descrive con tanta precisione sono da acrivere ad un tipo di risposta psicosomatica ad uno stato stressogeno che Lei stà effettivamente attraversando, Non parlerei di malattia vera e propria ma di un disturbo della motilità contrattile involontaria dei fasci di miofibrille muscolari che avvolgono le palpebre e che Lei giustamente avverte come piccoli spasmi involontari talvolta anche ben visibili come rapidi movimenti contrattili vermicolari sottocutanei che vengono chiamati mioclonie palpebrali. Il messaggio che Le vorrei dare è intanto quello di tranquillizzarla in quanto queste piccole contrazioni involontarie molto spesso si manifestano a causa di particolari momenti stressanti molto spesso scatenati dalla troppa produzione di adrenalina quando si è sotto l'effetto di uno stress persistente talvolta associato all' ansia e in tal caso può essere utile un leggero ansiolitico, per brevi periodi e sempre sotto stretto controllo medico. Tuttavia non possiamo escludere che il tremolio in alcuni casi potrebbe essere secondario ad un trauma cervicale. In questo caso se il suo disturbo diventa continuo e frequente potrebbe essere utile una consulenza neurologica per valutare lo stato del sistema nervoso e a discrezione del neurologo eseguire una Risonanza Magnetica Nucleare (RMN) e/o un Elettroencefalogramma. La durata, la frequenza e l'intensità del disturbo possono essere abbastanza variabili, durare diverse settimane e andare via piano piano per scomparire all'improvviso. Spesso il disturbo colpisce persone sane e non necessita alcun intervento medico, ma talvolta curare la causa può essere utile per tenere sotto controllo i sintomi. Un caro saluto.
Dr. Vincenzo Isola

[#4] dopo  
Utente 326XXX

Grazie dottore per la sua risposta ed i suoi preziosi consigli....effettuerò tutti i controlli necessari.