Utente 711XXX
Egregi dottori, dopo svariato tempo in cui ho cercato i motivi del mio mal di testa, oggi ho effettuato una visita oculistica con fondus oculi. Il risultato è stato: vista più che buona, ma sembra esserci un "indebolimento" del nervo ottico. L'oculista mi ha prescritto:PACHIMETRIA CORNEALE, TEST DEL GLAUCOMA, OCT ANGIOGRAFIA, STUDIO CAMPO VISIVO F.D.T., STUDIO CAMPO VISIVO COMPUTERIZZATO, ESCORIAZIONE NERVO OTTICO. Sono utili tutti questi esami? Se il nervo ottico è interessato, sono sufficienti o altri sarebbero utili? Cosa devo aspettarmi? Ho una grande paura di perdere la vista, perchè l'oculista non è stato molto esaustivo e ha lasciato aperte molte ipotesi...Grazie almeno per dei chiarimenti.

[#1]  
46841

Cancellato nel 2010
Carissima,
non solo utili ma necessari per una buona diagnosi insieme anche ad uno studio elettrofisiologico della retina e delle vie otticche di conduzione .
Un saluto

[#2] dopo  
Utente 711XXX

Egregio dottor Siravo,
è meglio quindi che io attenda i risultati degli esami prescritti e poi eventualmente chieda all'oculista di aggiungerne altri? Quali di preciso? Non so se parlandogli di studio elettrofisiologico della retina e delle vie ottiche di conduzione mi prenda in considerazione, dato che non sono un medico...Nel frattempo mi ha prescritto occhiali permanenti, con lenti da 0,50. A cosa servono, visto che la mia vista è 10/10? Per non affaticare il nervo ottico? In effetti, durante la visita, con le lenti la visione era più nitida, ma sono un pò confusa perchè è stato un poco frettoloso (anche se scrupoloso). Grazie per una risposta ai miei dubbi. P.S. Scusi ma il mio dubbio sul pericolo di perdere la vista? Saluti

[#3]  
46841

Cancellato nel 2010
Attendiamo i risultati e poi mi ricontatti!
Un saluto