Utente
Buongiorno ,

Domenica mentre stavo con la mia ragazza in barca, un oggetto metallico (boma) gli e' venuto sulla bocca e gli si e' spezzato a meta' il canino sinistro dell'arcata superiore, il dente si e' spezzato di netto esattamente a meta', e la meta' rotta e' persa nel mare x sempre.

Fosse successo a me non sarei cosi' disperato come invece in questo caso,
ho interpellato molti dentisti ed ognuno mi ha dato delle direttive diverse, chi mi dice che deve essere subito devitalizzato, chi dice di ricostruirlo, chi di encapsularlo in porcellana, chi con perno interno chi non...

Io vorrei per lei trovare la soluzione migliore sia in termini estetici che di resistenza.
Non mi interessa risparmiare,

Avete consigli da darmi su come sia forse meglio agire?
Grazie a tutti

[#1]  
Attivo dal 2008 al 2012
Gentile utente,
Se il dente non è particolarmente sensibile alle variazioni di temperatura e la parte rimasta è sufficiente come lunghezza, allora può non essere indispensabile devitalizzarlo, e si può incapsulare così com' è ( dopo averlo limato ).
La soluzione migliore dovrebbe essere ( uso il condizionale perchè non l' ho visto ) proprio la capsula, perchè è molto difficile che una ricostruzione diretta possa resistere ai carichi funzionali che ha un dente canino senza distaccarsi prima o poi.
La devitalizzazione invece è necessaria se il dente è molto sensibile, o se la polpa si è esposta ( appare di colore rosso ), o se si sospetta che il trauma dentario sia stato così forte da far perdere la vitalità alla polpa stessa, o, infine se la parte residua del dente fosse così scarsa da richiedere una ricostruzione con un perno canalare prima della capsula.
Naturalmente queste sono solo delle "linee guida " generiche. Sarà il dentista di sua fiducia che dovrà valutare il caso dopo aver testato la polpa ed esaminato la radiografia, e decidere la soluzione migliore.
Saluti

[#2]  
Dr. Salvatore Valenti

24% attività
12% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Gentile paziente, mi dispiace per l'accaduto, gli incidenti odontoiatrici in barca a vela sono piuttosto frequenti, non si senta in colpa per la sua ragazza.
Se non ha forte sensibilità è sufficiente una ricostruzione in composito, ma se questa è troppo estesa è necessario effettuare sia la capsula che la terapia canalare. In tal caso è il professionista che decide.
Mi permetto solo di consigliare, nel caso il dente andrà incapsulato, una capsula in zirconia-ceramica in quanto ha una valenza estetica migliore.
Cordialmente,
Dott. Salvatore Valenti
Medico Odontoiatra - Chirurgia Orale
Agopuntura

[#3]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Caro Utente, la terapia dipende esclusivamente dal grado della lesione avuta. Purtroppo senza una visita soggettiva, non possiamo essere di grande aiuto, possono essere valide più di una terapia. In ogni caso penso che un odontoiatra (degno di questo "epiteto") possa consigliarla al meglio.
A presto
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#4]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile paziente, oltre alle corone in zirconio-ceramica, ci sono altre strutture protesiche, sempre metal-free, atte a fornirle la massima estetica.
Sarà il suo dentista a scegliere la tecnologia più appropriata ammesso che la protesizzazione sia necessaria, anche in considerazione, sempre nel caso che lo sia, che questa protesizzazione sia preceduta dalla eventuale devitalizzazione.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)