Utente 458XXX
Buongiorno, chiedo gentilmente alcune delucidazioni.
Ho 45 anni e non fumo da 11, bevo moderatamente(qualche birra , bicchiere di vino)
da almeno un anno(ma non escludo che siano di piu') ho notato che avevo dei fastidi nella parte bassa laterale della lingua ma nulla di che..di quei fastidi che se non ci pensi non li senti neanche, con anche una piccola formazione tonda biancastra poco sporgente dai contorni abbastanza regolari di circa 0,5 cm. la feci notare durante una seduta di igiene al mio dentista che mi disse che non era nulla...probabilmente era dovuta a morsicamento. da allora non me ne sono piu' preoccupato fino a qualche settimana fa che questa lesione mi diede piu' fastidio del solito. la lesione presentava piu' o meno lo stesso aspetto di come la ricordavo l'anno scorso ma era di un bianco piu' acceso, tipo perlato.
ho fatto 3 consulti diversi . presso un otorino, una dottoressa specializzata in odontostomatologia e un dentista esperto in ortodontia.
l'otorino parlava di ipercheratosi da sfregamento nulla di importante ma dato che e' in una posizione agevole ed e' piccolina ha consigliato di toglierla e analizzarla. la dottoressa mi ha sostanzialmente detto la stessa cosa, mi ha limato la cuspide che a suo dire avrebbe potuto creare il problema ed ha programmato un controllo a breve. il dentista esperto in ortodontia mi ha fatto una visita abbastanza piu' approfonditta ed ha scattato varie foto alla lesione ... anche la sua diagnosi parlava di ipercheratosi ma dovuta ad una forma un po' anomala del settimo e ottavo inferiore che creano una sorta di alloggio per quella porzione di lingua e che a lungo andare ha creato questa sorta di calletto (cosi' lui lo ha chiamato) e dicendo che non presenta aspetto clinico necessario per fare altre indagini dato che e' sub epiteliale e quindi magari e' dovuto ad una ostruzione di qualche ghiandola salivare o altro. nel frattempo dopo una decina di giorni da quando ho notato la lesione, l'aspetto e' un po' cambiato...piu' che altro e' cambiato il colore che non e' piu' bianco perla ma un bianco piu' opaco.
Chiedo consiglio sul da farsi , dato che un intervento seppur lieve alla lingua, potrebbe causarmi disagi e molto sanguinamento.
con il dentista esperto in ortodontia abbiamo notato che di fatto ho la bocca un po' storta ...la lingua a riposo e' abbastanza piu alta nella parte sx, che e' il lato interessato alla lesione della lingua.
Il fatto che la lesione adesso ha un aspetto un po' diverso , ovvero appunto un colore meno acceso e' un evento positivo oppure non ha alcuna importanza ? quando sento dire di tenere una lesione sotto controllo nei mesi , mi domando...ma quando comincia a cambiare aspetto in senso negativo non e' già' tardi? potrebbe essere leucoplachia? ho letto da qualche parte che addirittura il 3 per cento degli uomini adulti presenta una leucoplachia !(?)
grazie mille per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, secondo l'OMS qualunque lesione del cavo orale che non regredisce spontaneamente in 15 giorni è da ritenersi sospetta, per cui la biopsia è indicata e il sanguinamento non deve essere gestito da lei ma dall'odontoiatra che eseguirà l'intervento. Il corretto specialista è l'odontoiatra che si occupa di patologia orale.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 458XXX

Grazie per la cortese risposta.
Sapevo già' che andrebbe tolta per quel principio che ha menzionato. Beh almeno 2 medici mi hanno comunque detto che posso ignorare la lesione, il mio dentista che fece l'igiene e' comunque stato avvisato che la situazione era immutata e mi ha detto che non e' nulla di cui preoccuparsi..ed anche l'altro odontoiatra specializzato in ortodontia. tra l'altro la dottoressa odonto stomatologa mi ha detto che probabilmente se non cambia aspetto va solo tenuta in osservazione e valutare con calma l'intervento ! lo stesso otorino che mi ha suggerito di toglierla durante la stessa visita aveva detto che era per puro scrupolo e per evitare di star sempre a guardarmi la lingua.. come' possibile capire cosa fare? ce' chi sostiene che bisogna affidarsi a medici in carne ed ossa ma ce' chi consiglia di seguire consigli basati sulla letteratura medica bypassando in questo caso la diagnosi clinica ...l'altra eventualità' e' di avere a che fare con medici poco professionali o poco preparati, ma questa e' l'eventualità' piu' agghiacciante a cui non voglio neppure pensare !
avevo posto altri quesiti, utili per capire il da farsi...ad esempio, può essere che il cambio colore della lesione sia un segno positivo? quando una lesione tenuta sotto osservazione cambia aspetto (palesemente in negativo intendo), potrebbe già' essere troppo tardi per intervenire? grazie mille e chiedo scusa se posso risultare in qualche modo scortese.

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
La diagnosi certa la si ottiene con la biopsia.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#4] dopo  
Utente 458XXX

Buonasera Dottore...mi perdoni se le dico che ha scritto un ovvietà'!
ho avuto altri 2 consulti nel frattempo, uno dei 2 al reparto di medicina orale del policlinico di palermo...nessuno mi ha consigliato di fare alcun intervento o biopsia...anzi mi e' stato palesemente sconsigliato, considerata la zona e la lesione. Parliamo sempre di una macchia bianca nella lingua che nei giorni e' migliorata nel suo aspetto ma che e' palese li' nel bordo. una lenticchia bianco opaco! Dato che medicitalia e' molto seguito e tanta gente come me spera di farsi un idea sul da farsi in certe situazioni, credo possa essere utile la mia esperienza.Lei non mi ha chiesto neppure di vedere una foto della lesione... Sarebbe giusto e "ovvio" il consiglio di affidarsi ad un medico in carne ed ossa ...!
consigliare di eseguire un intervento alla lingua senza esame clinico...
Cordialità'

[#5] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Dice bene,mi sono limitato a portare delle ovvietà, proprio perchè non posso farmi nessuna idea o immaginazione della sua lesione; ho inserito consigli dettati dalla letteratura, indicandole il corretto specialista e non ho assolutamente affermato che nel suo caso, occorrano delle determinate cure. Le foto non sono affidabili perchè possono sottostimare o sovrastimare il caso.
Come le avevo già detto: " Il corretto specialista è l'odontoiatra che si occupa di patologia orale" solo lui dopo visita clinica le potrà consigliare le corrette cure.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#6] dopo  
Utente 458XXX

Giusto adesso dottore.. ma adesso traspare un consiglio diverso da quello di prima...ad ogni modo credo che i consulti online lascino il tempo che trovano a meno che i dottori non riportino consigli utili basati sulle proprie esperienze o su statistiche e non le stesse conferme che si trovano facilmente su internet...e dato che si parla di consulti online e' chiaro che chi li chiede qui li ha prima "chiesti" a google!
Spero di non essere stato in alcun modo inopportuno. buona serata a lei dottore ma anche a voi tutti!

[#7] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
La maggior parte delle risposte serie ottenute in internet non possono essere che generiche e devono essere sempre interpretate, in molti casi questa interpretazione dev'essere data dal collega professionista a cui si rivolge poi il paziente. In medicina il fai da te su internet è sconsigliato.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/