Utente 517XXX
Buonasera, scrivo perché ho bisogno di un parere!
Pochi giorni fa il mio dentista mi ha estratto il primo molare destro superiore. Dalla TAC è emerso che non avevo osso sufficiente per un impianto a carico immediato. Il dentista mi ha detto che devo aspettare 40/60 giorni dopo i quali in una sola seduta mi metterà l’impianto insieme ad una piccola rigenerazione ossea. Dopo l’intervento dovrò aspettare circa 3 mesi per poter mettere la corona definitiva sull’impianto. La mia perplessità riguarda l’esecuzione della rigenerazione lo stesso giorno dell’impianto. Possono insorgere complicanze o problematiche o è una pratica consueta?
Vi ringrazio in anticipo per le risposte

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima utente, dipende dal caso e da che parte occorre creare osso, con probabilità il suo è un caso dov'è presente una dimensione verticale ampia, abbiamo casi dove è scarsa e dobbiamo procedere al rialzo del seno mascellare. L'impianto nel suo caso è come un palo centrale che funge da sostenitore di una tenda di gengiva, nella quale è possibile contenere materiale osseo rigenerativo. Chiaramente anche se la letteratura prevede una certa predicibilita, non abbiamo mai la certezza che tutto vada a buon fine senza complicanze, ma questa è la strada con minor costi biologici. Ora occorre capire da chi è gestito il caso, l'esperienza dell'operatore è basilare in questi casi; personalmente ritengo che la riabilitazione svolta in uno studio dove esercita un solo Odontoiatra, che è proprietario dello studio, che gestisce tutto il caso dalla A alla Z, consente di avere un unico responsabile e quindi molta più affidabilità, di uno studio di proprietà di società di non odontoiatri, dove operano più figure di odontoiari retribuiti a prestazione, dove troviamo oggi un Odontoiatra che da poca garanzia di poterlo ritrovare dopo anni e che deve produrre dei numeri.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/