Rigenerazione gengivale (paradontite)

Salve dottori, la mia domanda è abbastanza semplice: dopo un po' di anni che non andavo, oggi ho subito una detartrasi, e mi è stato detto di avere una paradontite.
A livello visivo me ne sono sempre accorto ma non ho mai saputo il nome, e pare che non sia aggressiva o non ci siano problemi gravi particolari (ipotizzo visto che non mi è stato comunicato) però comunque, mi è sorto un dubbio che però non ho avuto tempo di discutere con lo specialista a fine appuntamento: è possibile che la gengiva si rigeneri?
O farla rigenerare?
In generale, non necessariamente completamente, ma anche solo un pochettino.
Ipotizzo sia possibile attraverso la chirurgia, ma oltre quello, esistono modi?
Accade naturalmente?
Esiste qualche modo per stimolarne la rigenerazione?
Magari con qualche farmaco, o che so io?
Inoltre, il rossore alle gengive (a me presente solo su un incisivo superiore ed uno inferiore, tanto per specificare un po' di più) in quanto tempo passa?
Se passa?
Consigli specifici su come aiutare a prevenirla?
Inteso come, magari, qualche prodotto specifico per l'igiene orale magari non comunemente utilizzato che però sarebbe bene lo fosse.


Ringrazio già in anticipo chiunque risponderà, grazie mille per il vostro preziosissimo tempo a me concessomi.


Cordiali saluti.
[#1]
Dr. Giuseppe Antonio Privitera Odontoiatra 947 49 1
innanzitutto non è una sola domanda... (si scherza).
Cerco di risponderle chiaramente:
-La gengiva si può rigenerare con un intervento di chirurgia parodontale rigenerativa, dove solitamente si fa un prelievo di tessuto connettivo palatale per ripristinare la quota di gengiva persa. Le invito a parlarle col collega che la segue; non esistono altri modi, perché la parodontite è un processo irreversibile;
-Il rossore è sintomo di infiammazione. Può aiutarsi con un collutorio a base di flurbiprofene, o comunque di antinfiammatorio, che trova in farmacia.
- Per l'igiene orale, importante affidarsi al suo dentista o igienista, rispettare gli appuntamenti, usare spazzolini almeno a setole medie, usare anche filo interdentale o scovolini, eventualmente parlare sempre col collega se è opportuno usare lo spazzolino elettrico.

Dr. Giuseppe Antonio Privitera - Odontoiatra
Grazie per eventuali valutazioni dopo consulto
https://www.instagram.com/dr.giuseppep/

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio della risposta, Dr. Privitera! Vero, alla fine non è rimasta una sola domanda, mea culpa, ahahahah.

Prenderò atto di quanto comunicatomi da lei, e proverò a parlare di eventuali cose con l'igienista che mi segue. Una cosa, però: lei dice "se è opportuno usare lo spazzolino elettrico." e la domanda che mi sorge spontanea è: ci sono casi in cui NON vada usato? Perché io lo utilizzo sin da quando sono piccolissimo (ho quasi 25 anni), potrei magari star sbagliando senza saperlo?
[#3]
Dr. Giuseppe Antonio Privitera Odontoiatra 947 49 1
No no, si può usare, il problema è saperlo usare. Lo spazzolino elettrico si appoggia sul dente e fa tutto lui.
Non si deve muovere, come si fa con quello manuale!

Dr. Giuseppe Antonio Privitera - Odontoiatra
Grazie per eventuali valutazioni dopo consulto
https://www.instagram.com/dr.giuseppep/

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa