Utente 483XXX
buonasera dottorti chiedo consiglio per me 33 anni. da 4 anni soffro di sanguinamento gengivale notturno. la mattina trovo il cuscino con macchie a cerchio di colore rosso rosa scuro o gialle. ho fatto diverse pulizie professionali da diversi dentisti. svariati dentisti mi hanno dato svariati colluttori tipo listerine, albentes 0,20. dentosan meridol tantum verde proactiv. svariati dentifrici tipo parodontax, az, neo emoform. da usare appena finito di mangiare. tutti con scarsi risultati. di cosa si puo' trattare? grazie.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, con buona probabilità si tratta di malattia parodontale, che purtroppo non può essere curata a tutti i pazienti, perché occorrono pazienti motivati, collaboranti che siano disposti a cambiare stile di vita. Le consiglio di ricercare conferma che la firma ematica provenga dalle gengive e di richiedere una visita parodontale.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 483XXX

Grazie per la risposta. Che tipo di stile di vita devo cambiare? Se il sangue non viene dalle gengive da dove viene? Può essere che le gengive sanguinano per carenza di vitamina?

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Può essere di tutto anche lo scorbuto, a distanza non possiamo escludere nulla, solo una accurata visita può stabilire la provenienza ematica. Non si fuma, si segue alla lettera le istruzioni dell'igienista con impegno e dedizione, non si salta alcuna visita di controllo e una grande motivazione a voler guarire.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#4] dopo  
Utente 483XXX

grazie per la risposta. io non ho mai fumato. bere un po' di vino a pranzo e cena puo' creare problemi?

[#5] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Dipende dal caso, a volte un bicchiere di vino fa anche bene. Occorre visita xon accertamenti diagnostici, poi se intendesse curarsi le verrà spiegato come deve comportarsi.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/