Utente
Salve, sono un giovane di 24 anni, e da due mesi ho un problema in bocca che mi causa fastidio.
Nel mese di agosto ho notato un ascesso accanto al dente del giudizio, precisamente nella parte interna del palato.
Dopo essermi recato dal mio dentista di fiducia, vengo sottoposto a una radiografia e mi viene comunicato che l’ascesso era dovuto a una sacca interna che c’era fra il molare e il dente del giudizio e pertanto bisognava procedere con l’estrazione.
Inizio quindi la cura con antibiotico e l’ascesso sparisce.
Il giorno dell’estrazione va tutto bene e in pochi minuti il dente è fuori.
Dopo una decina di giorni noto che si era riformato un ascesso, ritorno dal mio dentista il quale procede col drenarlo e mi prescrive nuovamente degli antibiotici.
Dopo una ventina di giorni nella stessa zona ricompare una sorta di gonfiore, ritorno dal dentista il quale mi consiglia di farmi visitare da una sua collega presente in studio ed anche essa procede con una radiografia.
La dottoressa mi disse che si trattava di un tessuto cicatriziale dovuto agli eccessivi traumi che aveva subito quella zona.
Mi prescrive una cura topica con Alovex.
Dopo una settimana noto dei miglioramenti ma appena termino la cura il gonfiore duro (da sembrare quasi un ascesso) ricompare.
Decido quindi di recarmi presso un altro studio dentistico in cui vengo sottoposto a una panoramica e a una radiografia, da questi esami non risulta nulla, la zona è pulita e mi viene consigliato di procedere con una visita da un otorinolaringoiatra per escludere che si trattasse di una lesione benigna.
Nel giro di pochi giorni faccio la visita da un otorinolaringoiatra, primario del reparto di un ospedale della mia zona, esperto nei tumori della bocca, ed esclude con assoluta certezza che il problema che ho in bocca possa essere una lesione benigna, e conferma la diagnosi di un tessuto cicatriziale.
Ora io mi trovo dinanzi a questo problema e non so come muovermi.
Non ho dolore ma solo fastidio.
Ci sono alcuni giorni in cui il gonfiore sparisce e la zona è pulita, ma appena mangio qualcosa di croccante come fette biscottate o altro, si gonfia nuovamente quella zona tanto da sembrare un ascesso.
Può essere l’esito di una non buona cicatrizzazione?
Mi consigliate di fare ulteriori accertamenti?

[#1]  
Dr. Diego Ruffoni

36% attività
20% attualità
20% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, occorre stabilire se la forma ascessuale è di origine dentale o da altro. Nel caso che dipenda da altro è possibile eseguire una biopsia diagnostica.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/